Ravenna, una lapide tirata a lucido per Nannini, medico di Anita Garibaldi

Ravenna, una lapide tirata a lucido per Nannini, medico di Anita Garibaldi

Ravenna, una lapide tirata a lucido per Nannini, medico di Anita Garibaldi

RAVENNA - Si è svolta mercoledì, anniversario della Repubblica Romana, alla fattoria Guiccioli di Mandriole, un'iniziativa pubblica in omaggio alla figura del medico santalbertese Pietro Nannini che durante il Risorgimento fu capitano delle schiere garibaldine. Nel corso della giornata è stata scoperta una lapide in suo onore, dopo l'intervento di restauro nei locali della cascina. Ha concluso l'iniziativa il vicesindaco Giannantonio Mingozzi, presidente della Fondazione Museo del Risorgimento.

 

> LE FOTO DELL'EVENTO (Rafotocronaca)

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mingozzi ha ricordato che "un'importante testimonianza dell'epoca risorgimentale e dell'impegno degli abitanti di Sant'Alberto è stata esposta al pubblico". E poi: "Ci fa molto piacere che proprio nel 150° anniversario dell'unità d'Italia i cittadini di Sant'Alberto, ma anche tutti i ravennati e in particolare i giovani che si recheranno a visitare la casa di Anita possano rendersi conto, leggendo la lapide, di quanto sia stato alto l'impegno patriottico del dottor Pietro Nannini, che corse ad assistere Anita Garibaldi morente e aiutò l'Eroe dei due mondi nel buon esito della Trafila, seguendolo anche nell'impresa dei Mille e guadagnandosi per questo il titolo di capitano delle schiere garibaldine".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -