Ravenna: una mostra dedicata ai "Pittori sotterranei"

Ravenna: una mostra dedicata ai "Pittori sotterranei"

La rassegna, che si avvale del patrocinio della Circoscrizione Prima, presenterà le opere che i partecipanti al corso "La pittura come espressione", tenuto dall'artista ravennate Stefania Salti a San Pietro in Vincoli (località ove la pittrice vive e lavora oramai da anni) hanno realizzato durante il ciclo di lezioni.

 

Il percorso compiuto dai corsisti può essere descritto come un vero e proprio disvelamento del pittore sotterraneo che, più o meno nascosto, alberga in ciascuno di noi. Un percorso del tutto personale ed intimo, diverso da persona a persona: alle opere dei principianti assoluti o quasi saranno affiancate allora anche quelle di chi frequenta il corso da alcuni anni e non ha ancora terminato la propria ricerca, se mai questa un giorno potrà dirsi compiuta.

 

"Chi si avvicina per la prima volta al disegno e alla pittura deve essere preso per mano e condotto lungo un percorso fantasioso ed affascinante in cui ricevere entusiasmo e desiderio di mettersi alla prova" - dichiara Stefania Salti, che prosegue: "la pittura è soprattutto "invenzione" e tutto il suo fascino sta proprio in questo: essa può divenire la porta d'accesso alla creatività in ogni campo.

Occorre imparare a "guardare" innanzitutto, risvegliare la fantasia per creare un mondo nuovo attorno a noi; bisogna sentire la necessità di dipingere e di conseguenza usare la propria mano come estensione della mente e del cuore per costruire storie intime e fantastiche.

Tutto ciò è quanto è accaduto e continua ad accadere ai pittori sotterranei, cioè tutti coloro i quali nel corso di più di quindici anni hanno preso parte al Corso di Pittura e Disegno, che si svolge con regolarità e puntualità quasi scientifica - e in ciò poco artistica, tanto per usare ed abusare di un luogo comune - dall' ottobre al maggio di ogni anno".

 

Il corso è rivolto a tutti coloro che, senza limiti di età, vogliono imparare a dipingere e disegnare ed anche a perfezionare questa passione.

Per disegnare e dipingere occorre certo un "minimo" di predisposizione per ottenere dei buoni risultati ma anche il "massimo" dell'applicazione perchè questi risultati siano validi e positivi. Infatti è necessario lavorare e poi ancora lavorare: Matisse diceva: "Bisogna lavorare come un operaio...".

Sotto la guida esperta di Stefania Salti, il corso insegna in prima istanza a sviluppare l'osservazione per imparare a vedere oltre quello che normalmente vediamo; si passa poi ad affrontare le varie tecniche pittoriche (carboncino, gessi colorati, acquerelli, acrilici ed olio) nonché il disegno a matita e ad inchiostro. Il tutto cercando di assecondare le disposizioni e le inclinazioni  personali.

 

Gli incontri si tengono con cadenza settimanale in orario serale, cercando anche di coniugare la passione per la pittura con il tempo che la vita quotidiana lascia a ciascuno di noi per coltivarla.

Come è ovviamente comprensibile si tratta di una mostra con soggetti, tecniche e misure eterogenee, tutte accomunate però dalla passione per l'espressione artistica e pittorica diretta e non mediata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -