RAVENNA - Una piazza dedicata ai carabinieri

RAVENNA - Una piazza dedicata ai carabinieri

RAVENNA - Da martedì mattina a Ravenna c’è una piazza dedicata ai carabinieri. La cerimonia di titolazione si è svolta alla presenza del prefetto Floriana De Sanctis, del presidente della Provincia, Francesco Giangrandi, del vice-questore Giovanni Febo, del presidente del Tribunale Alfredo Giani, del presidente dell’Autorità portuale Giuseppe Parrello, di delegazioni dell’Arma e dell’Associazione nazionale dei Carabinieri, di rappresentanti dell’Esercito, della Marina, della Guardia di Finanza, della Polizia municipale e provinciale e di varie associazioni militari, di ex combattenti e dei partigiani. Per il consiglio comunale erano presenti delegazioni dell’Ulivo, del Pri, di Alleanza nazionale e di Forza Italia.


“.I nomi delle strade e delle piazze sono strettamente legati all’identità di una città. Ne raccontano la storia e le tradizioni” ha detto il sindaco Matteucci che ha voluto sottolineare il profondo legame di collaborazione e di rispetto della comunità ravennate nei confronti dell’Arma dei Carabinieri.


“Trovo nei vertici ravennati dell’Arma – ha sottolineato Matteucci - la massima disponibilità ad affrontare i problemi in un’ottica di grande collaborazione con tutte le altre forze dell’ordine. Di questo voglio ringraziare il signor prefetto, dr.ssa Floriana De Sanctis e il comandante, colonnello Fabio Rizzo. C’è un problema, lo voglio ribadire anche in questa occasione, che considero molto grave che tocca da vicino i nostri ragazzi: il consumo di droghe. Si tratta di un fenomeno frutto di quella cultura dello sballo che porta a trasgredire le regole che sono alla base della convivenza civile. Quelle regole che noi istituzioni siamo fortemente impegnate a fare rispettare.

Proprio in queste ultime settimane, i Carabinieri hanno compiuto alcune importanti operazioni sul versante della lotta allo spaccio. Mi congratulo con loro perché non bisogna abbassare la guardia su un tema così importante e grave. E li ringrazio di cuore. Per tutti questi motivi messi insieme ci è sembrato doveroso dare un segnale tangibile della nostra riconoscenza.

Con l’intitolazione di Piazza dei Carabinieri – ha concluso il sindaco - esprimiamo la nostra gratitudine profonda non solo per i gesti eroici di cui l’Arma si è resa, in più occasioni, protagonista ma anche per quegli atti di eroismo quotidiano che contribuiscono a farci vivere serenamente nella nostra bella città”.


Il colonnello Fabio Rizzo ha voluto ringraziare il presidente dell’Associazione nazionale carabinieri Lino Cappietti promotore dell’iniziativa e il sindaco Matteucci e la sua giunta per “aver reso possibile questa cerimonia. Una cerimonia dal profondo significato – ha proseguito il comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri di Ravenna – se pensiamo che oggi viene intitolato questo piazzale ai carabinieri: non ad un singolo carabinierie resosi partecipe di un atto eroico, né ad un evento che ha coinvolto appartenenti all’Arma, ma a tutta l’istituzione. Oggi – ha proseguito il colonnello Rizzo – si vuole onorare l’Arma dei Carabinieri per l’essersi posta, nei suoi 200 anni di vita, come simbolo di quei valori immortali quali fedeltà, onestà, correttezza istituzionale, sacrificio silenzioso e grande umanità nei rapporti con la gente. E la gioia più grande – ha sottolineato – è che questa intitolazione avvenga a Ravenna, città famosa per le sue salde radici democratiche, per la sua diffusa solidarietà sociale e per il suo attaccamento ai valori di giustizia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cerimonia si è conclusa con la benedizione della nuova piazza dal parte del capellano dei Carabinieri, don Giuseppe Grigolon.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -