Ravenna: una sala per Nullo Baldini nel palazzo della Provincia

Ravenna: una sala per Nullo Baldini nel palazzo della Provincia

La sede di piazza Caduti è la più importante delle sedi provinciali, non tanto per il significato e la rilevanza delle funzioni e degli organismi che vi sono ospitati (giunta, consiglio e presidenza), quanto per il suo intrinseco valore monumentale, che la colloca nell'ambito degli immobili vincolati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio. Per questa ragione, in presenza di un edificio ancora valido, la Provincia ha messo in cantiere un programma di riqualificazione tecnologica, edilizio-funzionale ed ambientale.

 

"Dopo la realizzazione del 1° e 2° stralcio di tale programma - spiega il presidente Giangrandi - che ha riguardato il tetto, gli infizzi, l'aula consiliare, la sistemazione dei giardini, della serra, della torretta e della cripta Rasponi, e il loro inserimento nel circuito di RavennAntica, - sta per concludersi il 3° stralcio dei lavori di riqualificazione della sala "Nullo Baldini" e degli spazi annessi. Questo perchè intendiamo restituire alla città di Ravenna e a tutta la comunità provinciale, dopo i giardini, anche questo luogo che è stato teatro di tanta storia politica e civile recente."

 

"Nel recente passato la sala era stata destinata ad archivio della Provincia ma ora, finalmente, con queste opere di completamento potremo destinare tali ambienti, sala e locali adiacenti (hall di ingresso, guardaroba, gruppo servizi e saletta riunioni per dieci posti), a spazi multifunzionali. Sono terminati i lavori di ristrutturazione della sala "Nullo Baldini", compreso il restauro dei soffitti decorati e ora abbiamo messo in cantiere un programma per dotare la sala di tutte le opere, impiantistiche e di arredo, indispensabili per creare un funzionale e confortevole spazio per convegni, conferenze, dibattiti, esposizioni."

 

L'intervento si compone della fornitura di arredi di serie (poltroncine, sedute, contenitori e tavolo riunioni); arredi su misura (bancone per locale guardaroba, armadiature varie, pedana e tavolo per conferenze); la realizzazione di impianti di videoproiezione, teleconferenza, videoregistrazione (con trasferimento di segnali alla sala riunioni), la diffusione sonora e rete dati; interventi per migliorare l'acustica della sala come l'applicazione di pannelli fonoassorbenti; lavori diversi di finitura come l'installazione di tende utili anche per una corretta insonorizzazione della sala; il restauro e la successiva ricollocazione delle porte interne esistenti; la sistemazione esterna del marciapiede su Via Guaccimanni (per rendere più sicuro l'ingresso alla sala oltre che facilitarne l'accesso a persone diversamente abili). Il costo complessivo dell'intervento ammonta ad 190 mila euro.

 

Tutto sarà pronto per l'inaugurazione della nuova Sala Nullo Baldini prevista per quest'estate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -