Ravenna, una targa per "Adotta una stanza" alla residenza Torri

Ravenna, una targa per "Adotta una stanza" alla residenza Torri

RAVENNA - Alla Residenza Torri di Mezzano, della Fondazione Dopo di Noi, si è svolta la cerimonia durante la quale è stata scoperta la targa intitolata alla Banca di credito cooperativo ravennate e imolese che ha aderito al progetto "Adotta una stanza", sostenendo così il meticoloso lavoro che la Fondazione sta portando avanti da diverso tempo.

 

All'iniziativa erano presenti i soci fondatori e sostenitori della Fondazione, gli utenti e le famiglie, Angelo Antonellini, presidente della Fondazione, Raffaele Gordini, vicepresidente della Banca di credito cooperativo ravennate e imolese e Franco Giorgioni, direttore area Ravenna della Banca di credito cooperativo.

 

La Fondazione Dopo di Noi si occupa di persone con disabilità, in particolare se prive di rete familiare. È impegnata in diverse iniziative: dalla promozione dell'attività della Fondazione stessa, alla realizzazione di eventi per la raccolta di risorse finanziarie, fino all'organizzazione di corsi per formare amministratori di sostegno. La Fondazione, inoltre, ha sempre avuto fra le priorità la realizzazione di una residenza per disabili senza famiglia o con problematiche assistenziali o familiari. L'obiettivo è diventato realtà nel 2008 con la residenza di Torri, che oggi ospita 14 utenti residenziali e 2 diurni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grazie al prezioso impegno di tanti soggetti sensibili e attenti che hanno, da un lato, promosso e dall'altro "adottato", le stanze della Residenza, l'idea di fondo di supportare chi si trova a perdere ogni legame familiare si è materializzata e la Residenza di Torri è "la grande casa nella quale la persona diversamente abile, che non ha più familiari, ritrova l'affetto, il clima, l'aiuto e la solidarietà della propria abitazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -