Ravenna, una 'strana' domenica: blocco del traffico come al giovedì

Ravenna, una 'strana' domenica: blocco del traffico come al giovedì

Ravenna, una 'strana' domenica: blocco del traffico come al giovedì

In occasione del blocco del traffico per domenica 28 febbraio, così come negli altri comuni della pianura padana a partire da Milano e Torino, viene emanata un'ordinanza che ripropone le stesse modalità di circolazione in vigore ogni giovedì (deroghe comprese): divieto di transito nel perimetro urbano dalle 8,30 alle 18,30.  Oltre ai servizi di trasporti pubblico festivi sulle linee urbane e del litorale di competenza comunale, domenica sarà gratuito anche il servizio di Metrobus

 

Il servizio Metrobus, istituito per l'occasione, che collega i due parcheggi a ridosso della città, Cinemacity e Pala De Andrè, al centro cittadino.  Sarà così possibile raggiungere facilmente e gratuitamente il centro storico dove è prevista la manifestazione Madra.  Il provvedimento è stato deliberato oggi pomeriggio dalla Giunta comunale.

 

E' confermato, inoltre, il blocco del traffico per dopodomani, e ogni giovedì fino al 25 marzo: divieto di transito dalle 8.30 alle 18.30, nel centro urbano delimitato dalla circonvallazione esterna, per i veicoli a benzina pre euro e diesel pre euro 2, anche per i diesel pre euro 3 qualora sprovvisti di filtro antiparticolato. Non possono inoltre circolare motocicli e ciclomotori a due tempi pre euro (anche se con bollino blu).

 

Da tutte le limitazioni sono esclusi i veicoli elettrici e ibridi, benzina e diesel euro 4 ed euro 5, a gas metano o gpl, con almeno 3 persone a bordo se omologati a 4 o più posti, e con due persone se omologati a 2, condivisi, diesel euro 3 dotati di filtri antiparticolato al momento dell'immatricolazione, diesel che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato (Fap) con marchio di omologazione e inquadrabili ai fini dell'inquinamento da massa di particolato almeno euro 4.

 

Sono inoltre esclusi dalle limitazioni, purché provvisti di bollino blu, alcuni veicoli tra cui:

veicoli di turnisti e di operatori in servizio di reperibilità; inoltre veicoli di lavoratori residenti o con sede di lavoro nella zona interessata dai provvedimenti, limitatamente alla fascia pomeridiana di restrizione al traffico (che si intende avere inizio alle ore 14,30) e ai percorsi casa lavoro e solo nei casi in cui non esistano alternative di trasporto. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione rilasciata dal datore di lavoro, attestante la residenza dell'interessato, il luogo e l'orario di lavoro; veicoli a servizio di persone invalide provvisti di regolamentare contrassegno;

veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi o per visite e trattamenti sanitari programmati in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prestazione sanitaria, nonché veicoli utilizzati per recarsi presso strutture ambulatoriali per visite urgenti o non programmabili ed al Centro Unificato di Prenotazione (C.U.P.) per prenotazioni medico-sanitarie, facendo pervenire al Corpo di Polizia Municipale nei dieci giorni successivi apposita attestazione fornita dagli agenti addetti al controllo vistata dalla struttura ambulatoriale, ovvero copia della prescrizione o prenotazione medico-sanitaria; veicoli di paramedici e assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine; veicoli dei medici di base limitatamente al percorso più breve casa/ambulatorio e alle giornate del giovedì; veicoli alimentati a biodiesel come attestato tramite autocertificazione; veicoli diretti agli istituti scolastici per l'accompagnamento degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza indicante inoltre l'orario di entrata/uscita rilasciato dalla Direzione dell'Istituto, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo l'orario indicato sull'attestazione; inoltre veicoli di personale scolastico che svolge attività in più plessi scolastici o che si trova in condizione di dover effettuare spostamenti necessari all'espletamento di attività didattiche essenziali, come attestato dai dirigenti competenti; veicoli appartenenti a persone che si trovano nelle condizioni di cui all'art. 5 del "Regolamento di Assistenza Economica Sociale" del Consorzio per i Servizi Sociali approvato con deliberazione P.G. 5/4882 del 30 luglio 2004 , il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 7.500 €., non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni di cui alla presente ordinanza, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, purché provvisti di bollino blu e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -