Ravenna, Unità d'Italia: il 16 marzo la 'Notte tricolore'

Ravenna, Unità d'Italia: il 16 marzo la 'Notte tricolore'

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nella sua visita a Ravenna per i 150 anni dell'Unità nazionale

RAVENNA - Mercoledì mattina in Prefettura è stato presentato il programma degli eventi che si terranno il 16 e il 17 marzo per celebrare i 150 anni dell'Unità d'Italia. Si tratta di 18 iniziative che culmineranno nella Notte del Tricolore, mercoledì 16 marzo in piazza del Popolo, alla quale il Prefetto e Sindaco hanno invitato a partecipare tutti i ravennati. Il programma prenderà il via giovedì 3 marzo quando alle 9,15 il sindaco Fabrizio Matteucci inaugurerà l'aula di musica della scuola Mordani intitolata a Giorgio Gaudenzi, già direttore della scuola scomparso prematuramente.

 

Nel prossimo week end sono previste alcuni appuntamenti: venerdì alle 16 alla Casa Matha e al Museo del Risorgimento si aprirà la mostra "La collezione Guerrini: le medaglie risorgimentali della massoneria", domenica alle 9.30 dal Pala De Andrè partirà la podistica "risorgimentale" valli e pinete. La prossima settimana l'8 marzo alle 17 alla Classense conferenza pubblica tenuta da Giannantonio Mingozzi su "Le donne nel Risorgimento da Roma a Ravenna", e altri appuntamenti nelle scuole superiori il 10 e il 14 . Nella giornata clou di giovedì 17, l'unità d'Italia verrà celebrata sul piano istituzionale con la seduta congiunta dei consigli comunale e provinciale nella sala Nullo Baldini e con i fuochi d'artificio al Pala De Andrè, cinema e altri appuntamenti.

 

In apertura della conferenza stampa il prefetto Bruno Corda ha sottolineato "la dedizione e la sensibilità dei ravennati verso gli appuntamenti celebrativi del 150°, caratterizzati da una partecipazione corale ed intensa". Il sindaco Fabrizio Matteucci ha evidenziato come Ravenna sia la città dei partigiani, del Tricolore e della Costituzione, avvalorata da un complesso di iniziative straordinario per i prossimi 16 e 17 marzo; "Faremo il possibile - ha aggiunto Matteucci - perché i negozi della città restino aperti, assieme ai musei e alle nostre biblioteche, e quel giovedì non ci sarà il blocco del traffico"

Il presidente del consiglio provinciale Elena Rambelli ha ricordato che l'amministrazione provinciale dedicherà all'impegno delle donne nella storia dell'unificazione del Paese la giornata dell'8 marzo. Il vicesindaco Giannantonio Mingozzi ha sottolineato come tutto il programma sia finanziato da risorse private, senza spese pubbliche, con 65 imprese che hanno fornito il loro contributo; i giovani parteciperanno con le loro scuole "e questo - ha commentato - ci fa pensare che l'unità d'Italia non la festeggeremo solo per un giorno ma per tutta la vita".

 

Sauro Mattarelli, presidente dell'ente Casa di Oriani ha sottolineato come le iniziative in programma svolgano la funzione di pedagogia civile nella maturazione del popolo italiano.

La direzione delle Poste ha annunciato che il primo annullo che verrà emesso in Italia nella giornata del 16 marzo sarà proprio quello di Ravenna.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -