Ravenna, università. Comune e Provincia: "Difendiamo le nostre facoltà giorno per giorno"

Ravenna, università. Comune e Provincia: "Difendiamo le nostre facoltà giorno per giorno"

Ravenna, università. Comune e Provincia: "Difendiamo le nostre facoltà giorno per giorno"

RAVENNA - Dopo l'incontro con il magnifico rettore Ivano Dionigi, svoltosi ieri a Bologna, il vicesindaco Giannantonio Mingozzi e il vicepresidente della Provincia Gianni Bessi, presenti all'incontro insieme con il presidente della Fondazione Flaminia Lanfranco Gualtieri e il consigliere Massimo Ricci Maccarini, affermano: "l'insediamento ravennate va difeso giorno per giorno evitando inutili ottimismi e perseguendo nel concreto la salvaguardia di tutto quanto è stato realizzato in questi anni".

 

Ciò nonostante vi sia stata "una parziale apertura, tutta da verificare, che si prospetta alla Romagna per essere rappresentata nei massimi organi di governo dell'ateneo in vista del nuovo statuto, e nonostante la massima disponibilità offerta dal rettore per costruire un accordo di programma pluriennale che consolidi in prospettiva le eccellenze dei nostri corsi".

 

"Nulla verrà abbandonato a se stesso - garantiscono i due rappresentanti istituzinali - perché intendiamo confermare ogni opzione di studio e di ricerca che ha trovato terreno fertile nella nostra provincia e ci ha consentito di diventare città universitaria".

 

"L'avvio dei dipartimenti - sottolineano Mingozzi e Bessi - va inteso come opportunità per qualificare ulteriormente il livello della ricerca a Ravenna e a Faenza, obiettivo da perseguire possibilmente in tutta la Romagna favorendo ogni sintonia con la Regione, le società di sostegno, gli enti locali e le fondazioni bancarie".

 

"Proprio in questi giorni - concludono il vicesindaco e il vicepresidente della Provincia - intensificheremo gli incontri con imprese, Camera di commercio, banche e associazioni di categoria, per continuare a renderle partecipi e convinte dell'impegno reciproco in difesa dell'università a Ravenna; altrettanto faremo con i docenti e il personale tecnico impegnati nei corsi ravennati, affinché mantengano fiducia sugli insediamenti che hanno contribuito a costruire e siano di sostegno agli studenti e a quanti intendono iscriversi alle nostre facoltà e corsi di laurea".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -