Ravenna, va in porto il matrimonio crocieristico con San Marino

Ravenna, va in porto il matrimonio crocieristico con San Marino

Ravenna, va in porto il matrimonio crocieristico con San Marino

RAVENNA - Cresce la collaborazione sul turismo crocieristico tra il porto di Ravenna e la Repubblica di San Marino. Di pari passo con le strutture dello scalo, a giugno dovrebbe essere pronto il primo stralcio del nuovo terminal di Porto Corsini capace di accogliere navi da 350 metri con 3.500 passeggeri a bordo, e piu' avanti gli altri per arrivare a quattro attracchi; e con il numero di passeggeri: 12 mila quest'anno e 140 mila nel 2011.

 

Numeri che testimoniano quanto possa essere importante la collaborazione tra Ravenna e il Titano, due siti Unesco, due Stati raggiungibili con una sola toccata. "San Marino puo' dare valore aggiunto ai croceristi che sbarcano a Ravenna", spiega il segretario di Stato per il Turismo, Fabio Berardi presentando l'attivita' del porto per il 2010 e 2011. La collaborazione e' partita nel 2008, con la prima nave che ha portato ospiti in Repubblica; sono state poi 26 nel 2009 e altrettante saranno quest'anno.

 

E dall'anno prossimo ci sara' lo sviluppo decisivo. Che va accompagnato, sottolinea Berardi, con un'accoglienza molto ricercata e integrata. Cui fare seguire un diporto nautico collegato con il registro navale della Repubblica, l'internazionalizzazione del porto di Ravenna e tutta una serie di servizi aggiuntivi. "Il rapporto che stiamo consolidando e' gia' molto concreto", prende la parola il direttore operativo dell'Autorita' portuale della citta' dei mosaici, Guido Ceroni, sottolineando l'importanza di sviluppare anche la parte terra.

 

E presentando la societa' che ha vinto il bando per la concessione della gestione dell'attivita' del terminal crociere di Porto Corsini, la Ravenna terminal passeggeri (Rtp) costituita da partner di rilievo nazionale e internazionale, come il terminal crociere di Venezia, l'aeroporto di Bologna e la Camera di commercio di Ravenna. "Ci sono le condizioni per partire veloci, dopo il rodaggio del 2010 il vero battesimo ci sara' nel 2011", conclude Ceroni, mentre il presidente di Rtp, Natalino Gigante si sofferma sul mix vincente che offrono i chilometri che separano l'ultima capitale dell'impero romano dalla piu' antica Repubblica del mondo, tra "monumenti patrimonio dell'umanita', la motor valley, l'accoglienza".

 

Serve dunque "una moltitudine di strumenti per sviluppare le opportunita' che offre il territorio". "La prima nave arriva il 13 luglio", aggiunge l'ad di Rpt, mettendo in luce come l'obiettivo non deve essere sostituirsi a Venezia, ma essere il secondo porto d'imbarco e cercare nuovi mercati. Che non mancano, precisa il collega di Venezia terminal passeggeri, Roberto Perocchio, dove arrivano 1.650.000 crocieristi all'anno, per una spesa turistica pro-capite di chi fa transito in citta' superiore ai 150 euro. Numeri che fanno ben sperare gli amministratori di San Marino.

 

E se a Miami, quando e' stato presentato il nuovo terminal crocieristico ravennate anche la Disney si e' interessata al collegamento tra la citta' dei dogi e la piccola Repubblica, si puo' allora associare "la perla di Venezia alla magia di San Marino". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -