Ravenna, Valeria Monti nuovo segretario Flc Cgil

Ravenna, Valeria Monti nuovo segretario Flc Cgil

RAVENNA - Nella giornata di ieri, giovedì 23 settembre, il comitato direttivo provinciale della Federazione lavoratori della conoscenza Flc Cgil  ha eletto segretaria generale della categoria Valeria Monti. L'elezione è avvenuta alla presenza della segreteria regionale di categoria e della segreteria della Camera del lavoro di Ravenna.


Valeria Monti è nata a Lugo nel '53 e dal 1977 lavora nel mondo della scuola. Alla fine degli anni ottanta ha preso il via la sua militanza nel sindacato. E' stata componente del comitato direttivo provinciale di categoria e dal 2004, ha avuto il distacco sindacale entrando a fare parte della segreteria provinciale della Flc. Valeria Monti subentra alla guida della categoria della scuola a Monica Ottaviani che è stata segretaria della Flc dal 2001 ad oggi. La Ottaviani ha recentemente assunto l'incarico di segretaria regionale della Flc con responsabilità di organizzazione, oltre alla carica di presidente del comitato direttivo nazionale della Flc. "Lascio a Ravenna una Flc Cgil solida e ben radicata sul territorio. Interlocutore attento alle esigenze dei lavoratori,  ha saputo instaurare proficui rapporti con le istituzioni nel reciproco rispetto dei ruoli - commenta  Monica Ottaviani -. In questi anni, molto difficili per la scuola pubblica statale,  la Flc è cresciuta fino a diventare il primo sindacato. Oggi la Flc rappresenta circa il 50 per cento delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola in provincia di Ravenna. E' un vanto ed un orgoglio per tutti noi".
La Cgil provinciale e la Flc Cgil ringraziano la Ottaviani per la passione e l'impegno con cui ha condotto la categoria in tutti questi anni.


"Per la scuola pubblica statale questi non sono  tempi di ordinaria amministrazione - commenta la neoeletta Valeria Monti -. Gli studenti, le famiglie, gli operatori scolastici, in particolare i precari,  stanno pagando un prezzo altissimo per effetto delle scellerate politiche di questo Governo. In un momento di così profonda crisi per il Paese, il Governo ha deciso di tagliare drasticamente le risorse al settore dell'istruzione pubblica, nella ricerca, nell'università. La conoscenza rappresenta invece il più importante investimento per garantire il futuro del Paese. La scuola è un bene di tutti e lo difenderemo ad ogni costo. Per questo proseguirò - conclude la Monti - in assoluta continuità con il lavoro fatto fino ad oggi, per il quale voglio, ancora una volta, ringraziare Monica Ottaviani".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -