Ravenna: via libera al consuntivo 2007 del Consorzio del Parco del delta del Po

Ravenna: via libera al consuntivo 2007 del Consorzio del Parco del delta del Po

RAVENNA - Nella seduta di lunedì sera il Consiglio comunale ha approvato con l'astensione di Lista per Ravenna, Spadoni per Ravenna e Forza Italia il consuntivo 2007 del Consorzio del Parco del delta del Po. La delibera è stata illustrata dall'assessore all'ambiente Gianluca Dradi.

 

Al dibattito sono intervenuti

Francesco Baldini di Forza Italia ha rimarcato, fra l'altro,  il fatto che dal consuntivo si evidenzia uno sbilanciamento di spese a favore dell'area sul versante ferrarese. Ha poi invitato a promuovere iniziative di marketing al fine di convogliare il turismo balneare nei siti del Parco e a valorizzare maggiormente l'Ortazzo e l'Ortazzino.

 

Alberto Fussi del Pri ha evidenziato un maggiore fermento di iniziative nella parte ravennate del parco e l'interesse dei media, soprattutto televisioni, verso l'area ravennate. "Questa è la strada giusta da percorrere per pubblicizzare questo patrimonio".

 

Riccardo Pasini dell'Ulivo-Pd "E' una delibera discussa ampiamente in Commissione col vantaggio di avere avuto l'opportunità di visitare assieme ad altri colleghi le varie componenti naturalistiche del parco del Delta. Nel merito del Bilancio Consuntivo 2007 rilevo che è stata intrapresa un'azione migliorativa nella valorizzazione del paesaggio ed una volontà di fruizione di tutto ciò che offre il parco: dalla produzione e vendita dei marinati ai progetti di utilizzo delle risorse ambientali di questo "capitale naturale" . La conservazione delle biodiversità presenti ed i progetti in atto, come la riqualificazione di strutture turistiche di interesse storico-architettonico (come la torre della finanza e la torre Abate) stanno a dimostrare la validità del lavoro svolto nel 2007 dai manager e dipendenti del parco.

Questi vanno incoraggiati ed aiutati, perché hanno iniziato un percorso lodevole  di cui vedremo migliori risultati in un prossimo futuro.

Nel pieno merito del rendiconto della gestione 2007 sono da sottolineare i 3.250.000 euro  di risorse di parte corrente e i 125.000 euro di avanzo. Alla luce dei dati consuntivi il gruppo Ulivo-PD esprime voto favorevole alla delibera".                                                                                             

 

Gianfranco Spadoni per Ravenna ha messo in luce il fatto che il bilancio sia scarsamente leggibile. Ha inoltre esortato a migliorare la promozione del parco e a ottimizzarne la fruizione.

Una raccomandazione particolare al recupero dei servizi ambientali di pregio.

 

Anche Alvaro Ancisi, pur riconoscendo che "qualcosa si sta muovendo, non è ancora sufficiente per valorizzare appieno l'area ravennate del parco. E' inoltre poco percepibile la partecipazione del Comune di Ravenna nella gestione consortile del parco. Così come Cervia anche Ravenna può recuperare e valorizzare aree come le pialasse e le pinete che meritano di essere risanate e dotate delle necessarie strutture. Sul bilancio Ancisi ha rilevato uno squilibrio nella gestione contabile le cui "gambe che non si reggono su sistemi solidi".

 

Nella replica, Massimo Medri, presidente del Consorzio del Parco ha definito il dato finanziario economico del consuntivo "positivo - presenta un avanzo d'esercizio - con alcuni problemi". Passando ad elencarli ha indicato, tra l'altro, la spesa del personale "da affrontare nel prossimo bilancio di previsione". In quanto agli obiettivi futuri Medri ha parlato dell'acquisizione come patrimonio pubblico della penisola di Bosco forte, di un bando internazionale per la realizzazione delle  porte di ingresso del Parco, del progetto per la navigabilità della pialassa Baiona, del superamento dell'effetto barriera creato dalla statale Romea che taglia longitudinalmente il parco.

"Stiamo costruendo una strategia vera e propria per il 2009. Ora si tratta di poter fare il salto di qualità trasformando il parco in una destinazione di eccellenza nel panorama europeo. Per ottenere questo risultato è di fondamentale importanza coinvolgere anche i privati nel creare percorsi privilegiati volti a favorire la fruizione del nostro patrimonio ai visitatori".      

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -