Ravenna: violenza sessuale, giudici respingono richiesta aggravamento misura

Ravenna: violenza sessuale, giudici respingono richiesta aggravamento misura

Ravenna: violenza sessuale, giudici respingono richiesta aggravamento misura

RAVENNA - Il tribunale collegiale di Ravenna, presieduto dal giudice Milena Zavatti (a latere Piero Messini D'Agostini e Francesca Zavaglia) hanno respinto la richiesta avanzata dalla Procura di aggravamento della misura di custodia cautelare in carcere per un 32enne ravennate accusato di violenza sessuale e tentata violenza sessuale nei confronti dell'ex moglie. L'uomo, rinviato lo scorso ottobre a giudizio, attualmente ha il divieto di dimora a San Pietro in Vincoli.

 

La richiesta della Procura è stata effettuata in seguito all'entrata in vigore del decreto legge antiviolenza il quale stabilisce, in caso di sussistenza di esigenze di custodia cautelare per reati come la violenza sessuale, che la sola misura adeguata è il carcere. Il collegio, tuttavia, ha rigettato la richiesta, sostenendo che i fatti contestati (maggio 2007) risalgono ad un periodo critico in cui la coppia era in fase di separazione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'imputato, difeso dall'avvocato Massimiliano Nicolai, dopo aver trascorso un periodo di detenzione in carcere, è finito ai domiciliari per un mese. La misura è stato ulteriormente attenuata con il divieto di dimora e divieto di avvicinarsi all'ex coniuge.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -