Ravenna, 'batterio killer'. Coldiretti: "Pochi i fondi dall'Ue"

Ravenna, 'batterio killer'. Coldiretti: "Pochi i fondi dall'Ue"

Ravenna, 'batterio killer'. Coldiretti: "Pochi i fondi dall'Ue"

RAVENNA - Centocinquanta milioni di euro per aiutare gli agricoltori, le cui vendite sono in caduta libera dopo l'epidemia del batterio killer. Questa la proposta avanzata dalla Commissione Ue ai ministri dell'Agricoltura, un pacchetto di aiuti ai coltivatori - "vere vittime" della psicosi e dell'allarmismo dilagante dal campo alla tavola - che Coldiretti Ravenna ritiene insufficiente a "compensare i danni provocati da questa ennesima mazzata che si è abbattuta sul made in Italy e, in particolare, sul settore ortofrutticolo, del quale la nostra provincia è vera e propria punta di diamante".

 

"Gli unici a pagare dazio per la ripetuta diffusione di notizie risultate infondate che hanno affossato i consumi - afferma il presidente Coldiretti Ravenna Massimiliano Pederzoli - sono come al solito gli agricoltori, quegli agricoltori che hanno fatto grande il made in Italy investendo in qualità e sicurezza alimentare". Ammontano infatti fino ad ora a 417 milioni di euro le perdite subite dagli agricoltori europei a seguito del calo delle vendite determinato dall'emergenza dell'Escherichia coli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Purtroppo - prosegue Pederzoli - come abbiamo visto basta una gestione approssimativa degli allarmi a livello europeo per mettere in crisi un intero settore e depotenziare gli effetti positivi sul mercato registrati grazie alle nostre battaglie per l'etichettatura obbligatoria e per la valorizzazione dei prodotti locali". "E così, mentre le vendite e le esportazioni dei prodotti ortofrutticoli ravennati crollano, denuncia Coldiretti, il mercato locale viene letteralmente invaso da merce estera e di dubbia provenienza". "Per combattere i pesanti effetti di quest'ultima psicosi, ben vengano - dunque - conclude Pederzoli - gli aiuti europei, peccato però che quelli garantiti dalla Ue siano poca cosa, al massimo un acconto, rispetto al grande danno subito in pochi giorni dal settore, danno per altro ampiamente previsto da Coldiretti. Nel frattempo gli agricoltori non se ne resteranno a guardare ma continueranno a vigilare e a controllare qualità e provenienza di ciò che finisce sul mercato locale e, da qui, sulle tavole dei ravennati. Gli agricoltori, infatti, si riservano di mettere in campo tutte le azioni necessarie per recuperare ciò che si è perso - dal punto di vista dell'immagine e del reddito - in questi pochi giorni di ordinaria follia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -