Ravenna 'esporta' i mosaici in Slovacchia

Ravenna 'esporta' i mosaici in Slovacchia

Ravenna 'esporta' i mosaici in Slovacchia

Il percorso di Ravenna per la candidatura a Capitale Europea della cultura fa tappa in Slovacchia. Bratislava e Kosice, città che ha ottenuto il titolo europeo per il 2013, ospiteranno la mostra "Trame musive", sul patrimonio artistico storico e moderno della città. Bratislava già lo scorso ottobre aveva ospitato le copie dei mosaici antichi, tratte dai monumenti paleocristiani e bizantini di Ravenna inseriti nella World Heritage List dall'Unesco.

 

Sabato 5 giugno "Trame musive" verrà inaugurata nella capitale slovacca, ospitata nella Sala Dvorana del Ministero della Cultura. In esposizione le copie dei mosaici medievali di San Giovanni Evangelista e nuovi lavori eseguiti dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Ravenna. Ai primi primi, che riproducono i mosaici pavimentali di epoca medievale realizzati dalla Scuola Bottega del Mosaico secondo una metodologia molto rigorosa e complessa per garantire l'assoluta fedeltà delle copie rispetto agli originali, si affiancano in anteprima quelli realizzati dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Ravenna. Si tratta di mosaici contemporanei dove l'arte musiva e i materiali vengono proposti in chiave moderna dando vita ad un interessante quanto originale accostamento fra antico e contemporaneo.

 

La mostra, realizzata grazie alla collaborazione dell'Istituto Italiano di Cultura , chiuderà i battenti il 30 giugno per essere trasferita, sempre in terra slovacca, a Kosice, dove sara esposta per tutto il mese di luglio.

 

"Questa esposizione - dichiara l'assessore alla cultura Alberto Cassani - è una ulteriore occasione per valorizzare la vocazione di Ravenna come Capitale del mosaico, questa volta attraverso i mosaici medievali che si coniugano in modo dialettico con la produzione artistica più attuale rappresentata dalle giovani energie del nostro territorio. Antico e moderno, tradizione e innovazione tornano ancora una volta nel definire gli elementi fondanti della nostra identità culturale. Quegli stessi elementi che insieme alla volontà di ampliare la nostra capacità di relazioni internazionali e di confronto con le altre città capitali europee - aggiunge Cassani - sono alla base del nostro percorso verso il 2019, da capitale del mondo antico a città candidata a Capitale Europea della Cultura".

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -