Reggio Calabria, auto con arsenale: un arresto

Reggio Calabria, auto con arsenale: un arresto

Reggio Calabria, auto con arsenale: un arresto

REGGIO CALABRIA - E' immediata la risposta delle forze dell'ordine sul ritrovamento dell'auto, rubata alcuni giorni fa, con due fucili semiautomatici da caccia calibro 12 con le canne tagliate, due pistole (una calibro 7.65 e una 38 a tamburo) nascoste sotto il sedile del guidatore, tre passamontagna verdi e due ordigni rudimentali, nei pressi dell'aeroporto di Reggio Calabria proprio in occasione della visita del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.

 

I carabinieri hanno arrestato per favoreggiamento il proprietario della vettura, un carrozziere che giovedì aveva denunciato il furto dell'auto-arsenale. Si tratterebbe di un F.N., 45 anni, un pregiudicato della zona, presunto affiliato alla cosca Ficarra-Latella della 'ndrangheta. Nocera. Secondo i carabinieri, a carico dell'indagato è emerso un "quadro indiziario grave, univoco e concordante in ordine al reato di favoreggiamento personale aggravato".

 

In particolare, il 45enne avrebbe omesso di riferire circostanze che avrebbero dato la possibilità di identificare le persone che avevano collocato l'auto con l'esplosivo. La macchina si trovava nell'officina del carrozziere da diversi giorni. Il carrozziere ne aveva denunciato il furto in mattinata, un'ora e mezza prima del ritrovamento. Il proprietario dell'auto risulta al momento ignaro di quanto era accaduto al suo veicolo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -