Reggio Emilia: accordo di programma per una Sp 467 più sicura

Reggio Emilia: accordo di programma per una Sp 467 più sicura

REGGIO EMILIA - La messa in sicurezza della Sp 467R Reggio-Scandiano-Casalgrande - una delle ex strade statali Anas più pericolose e trafficate del Reggiano - ed il suo collegamento con la Pedemontana sono al centro di un importante Accordo di programma tra la Provincia ed i Comuni di Reggio Emilia, Albinea, Casalgrande e Scandiano. Diverse le opere previste - molte già in corso, altre in appalto, alcune ancora in fase di progettazione - per un importo complessivo di ben 78 milioni di euro, destinate a davvero a rendere più sicuri e scorrevoli i collegamenti tra la città e la zona ceramiche, ma anche a migliorare la qualità di vita di molti centri abitati.

 

L'Accordo di programma è stato presentato questa mattina in Provincia dagli assessori provinciali Luciano Gobbi (Mobilità sostenibile) e Giuliano Spaggiari (Infrastrutture), dal sindaco di Albinea Antonella Incerti, dall'assessore alla Mobilità del Comune di Reggio Emilia Paolo Gandolfi e dall'assessore ai Lavori pubblici del Comune  di Scandiano Lorenzo Burani.

"L'importanza di questa intesa sta anche nel fatto che per la prima volta, in maniera così organica e dettagliata, grazie alla collaborazione di Provincia e Comuni, ma anche di Anas ed Act, saranno pensati e sviluppati tutti gli interventi previsti da diversi enti lungo questa ventina di chilometri di strada che separano la Tangenziale Sud-Est di Reggio dal confine con il Modenese - hanno sottolineato gli assessori Gobbi e Spaggiari - Dunque non solo le opere ed i progetti in capo alle singole Amministrazioni locali,  ma anche gli interventi che rientrano nel Piano nazionale per la sicurezza stradale del Governo, nonché quelli a carico di Anas come il completamento della Pedemontana o di Act, per quanto riguarda ad esempio il potenziamento dello scalo merci di Dinazzano e della linea ferroviaria Reggio-Sassuolo. Sarà così possibile risolvere nel modo migliore tutti i punti critici oggi presente lungo il tracciato della Sp 467R evidenziati dallo screening analitico che gli Uffici tecnici di Provincia e Comuni hanno condotto in questi mesi".

 

Questo lavoro di "squadra" sarà fondamentale non solo per massimizzare l'efficacia degli interventi previsti sulla Sp 467R o ad essa collegati, ottenendo una ulteriore diminuzione degli incidenti lungo questa importante arteria stradale, ma anche  per evitare - in previsione di nuove opere viarie - sovrapposizioni e dispersioni, redigendo un progetto coordinato e integrato con le opere in corso di realizzazione, finanziate o  programmate da tutti gli Enti interessati dal tracciato della Sp 467R, individuando la ripartizione dei compiti e delle spese per la progettazione e realizzazione delle stesse opere".

 

Nel dettaglio, ben 8 gli interventi in corso o da progettare - che riguardano tanto il trasporto su gomma, quanto quello su ferro - oggetto dell'Accordo di programma presentato oggi e che, nei prossimi giorni, sarà sottoscritto dalla presidente della Provincia di Reggio Emilia Sonia Masini e dai sindaci Graziano Delrio (Reggio Emilia), Antonella Incerti (Albinea), Andrea Rossi (Casalgrande) ed Angelo Giovannetti (Scandiano).

 

Sicurezza stradale. Entro tre anni previsti diversi interventi per 2,35 milioni di euro (1,5 a carico della Provincia, la parte restante a carico dei Comuni) finalizzati a rendere più sicuro il transito di veicoli, ciclisti e pedoni tanto di giorno quanto di notte: razionalizzazione del tracciato, delle intersezioni e degli attraversamenti urbani, anche mediante la realizzazione di rotatorie; incremento della segnaletica orizzontale e verticale; pannelli luminosi a messaggio variabile; percorsi ciclabili e pedonali protetti; potenziamento degli impianti di illuminazione; miglioramento del fondo stradale.

 

Completamento Pedemontana. In carico ad Anas per un importo di 27 milioni, entro il 2009 prevede l'ultimazione dell'ultimo tratto da Chiozza allo Scalo di Dinazzano.

Collegamento Sp 467R-Pedemontana. Una volta ultimata la Pedemontana, la Provincia insieme ai Comuni intende lavorare alla progettazione di un collegamento tra l'asse stradale Albinea-Scandiano - nei pressi di Borzano - e la Tangenziale Sud-Est di Reggio, passando per Bosco. Costo previsto 6 milioni di euro. Provincia e Comune, inoltre, realizzeranno uno studio di fattibilità per l'attraversamento della Pedemontana al centro abitato di Albinea.

 

Variante di Fogliano. Consentirà di alleviare dal traffico - in particolare dei mezzi pesanti - questa frazione di Reggio che negli ultimi anni ha registrato una forte espansione residenziale. Anche quest'opera dev'essere ancora progettata, il costo stimato è di 5 milioni di euro.

Opere connesse allo Scalo merci di Dinazzano. Nell'ambito del potenziamento dello Scalo di Dinazzano, Act sta già eseguendo o ha in programma a breve diverse opere per 15 milioni di euro: sottopassi, rotatorie, piste ciclopedonali.

 

Elettrificazione linea ferroviaria Reggio-Sassuolo e rinnovamento stazioni di Scandiano e Casalgrande. Interventi già in corso sempre da parte di Act per un importo di 9,9 milioni, consentirà un potenziamento del trasporto di merci e persone tra Reggio e il Distretto ceramico.

 

Soppressione di passaggi a livello. Act appalterà entro l'anno anche i lavori relativi alla soppressione di diversi passaggi a livello nei comuni di Reggio, Scandiano e Casalgrande. Spesa prevista: 12,1 milioni.

 

Mitigazioni ambientali. Per ridurre i rumori in particolare della ferrovia, è infine prevista la realizzazione di barriere fonoassorbenti per un importo di 517.000 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -