Reggio Emilia: assalto in villa, arrestato un rapinatore

Reggio Emilia: assalto in villa, arrestato un rapinatore

Reggio Emilia: assalto in villa, arrestato un rapinatore

REGGIO EMILIA - A circa 24 ore dalla violenta rapina compiuta lunedì sera a Casina, frazione di Castelnovo Monti (Reggio Emilia), i Carabinieri hanno assicurato alla giustizia uno dei presunti responsabili. Al momento gli inquirenti non hanno forniti i dati dell'individuo arrestato in quanto è tuttora in corsa la caccia all'uomo. I banditi, che erano stati intercettati dalle pattuglie dell'Arma, erano riusciti a dileguarsi per i campi approfittando del buio delle tenebre.

 

L'assalto alla villa del costruttore edile è stato compiuto poco prima delle 20 da cinque malviventi con il volto coperto a da passamontagna e armati di pistola. In quel momento nell'abitazione c'erano l'imprenditore, la moglie e i loro due figli. Uno dei due ha cercato di reagire ai banditi ed è stato raggiunto da una bastonata alla schiena sferrata da uno dei malviventi. Un altro malvivente, armato di un punteruolo ha colpito il figlio minore di 17 anni, rimasto lievemente ferito alla schiena.

 

Sotto la minaccia delle armi i malviventi si sono fatti consegnare cinquemila euro in contanti, ma sono stati costretti ad una repentina fuga a causa della prontezza del figlio dell'imprenditore che è scappato dall'abitazione rifugiandosi a casa di un vicino per chiedere aiuto. L'"imprevisto" ha spinto la banda a lasciare a fuggire. Il figlio minore dell'imprenditore ha riferito di aver udito distintamente dei colpi d'arma da fuoco.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Subito è scattata la all'uomo dei  carabinieri che, nei pressi di Canossa, hanno intercettato due automobili, tra cui una Fiat Uno di colore verde risultata rubata a Vezzano. Era l'auto giusta sulla quale si trovavano i banditi. A bordo, infatti, vi erano cinque persone che sono fuggite per i campi, scomparendo grazie al buio delle tenebre.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -