Reggio Emilia: emergenza carcere, il 2 marzo summit in Provincia

Reggio Emilia: emergenza carcere, il 2 marzo summit in Provincia

REGGIO EMILIA - L'assessore provinciale alla solidarietà Marcello Stecco, l'assessore ai diritti di cittadinanza del Comune di Reggio Emilia Gina Pedroni ed il presidente provinciale Anci-Legautonomie Cesare Beggi hanno incontrato la direttrice della casa circondariale "La Pulce" Anna Albano e la direttrice dell'ospedale psichiatrico giudiziario Rosa Alba Casella nonché, successivamente, i rappresentanti dei sindacati confederali e autonomi operanti nel settore penitenziario.

 

Le istituzioni reggiane hanno condiviso con tutti gli interlocutori una fortissima preoccupazione circa il sovraffollamento e la netta carenza di personale presenti all'interno dei due istituti penitenziari reggiani.

 

"Si tratta di una situazione insostenibile - affermano Marcello Stecco, Gina Pedroni e Cesare Beggi - contrassegnata da una grande insicurezza sia per i detenuti sia per il personale. Occorre pertanto che tutte le forze si uniscano per chiedere al Ministero di Grazia e giustizia una soluzione tempestiva a questa gravissima situazione".

 

A questo scopo, Provincia, Comune di Reggio ed Anci-Legautonomie hanno chiesto e concordato un incontro con la Regione Emilia-Romagna che si terrà lunedì 2 marzo, a partire dalle 10, a Palazzo Allende, sede della Provincia.

Per la Regione sarà presente il consigliere regionale Gian Luca Borghi, primo firmatario della Legge regionale n. 3 del 2008 che riguarda proprio la tutela delle persone negli istituti penitenziari della regione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'incontro sono stati invitati il Provveditorato regionale per l'amministrazione penitenziaria, i direttori della casa circondariale e dell'Opg ed i rappresentanti dei sindacati confederali e autonomi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -