REGGIO EMILIA - Fotografia Europea: domani l'inaugurazione

REGGIO EMILIA - Fotografia Europea: domani l'inaugurazione

REGGIO EMILIA - Si apre domani, mercoledì 30 aprile, a Reggio Emilia, al Centro Gerra (piazza XXV Aprile), alle ore 18, la terza edizione di Fotografia Europea che animerà l’intera città fino al 4 maggio, contagiando e coinvolgendo istituzioni, esercizi commerciali e privati, associazionismo locale in una miriade di iniziative e in un programma di oltre un centinaio di eventi: lectio magistralis, conversazioni, seminari, workshop, readings, concerti e spettacoli di vario genere tutti a ingresso gratuito. Le mostre resteranno aperte fino all’8 giugno.

Promossa dal Comune di Reggio Emilia e dal Ministero per i Beni e le Attività culturali – PARC Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanee, in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, la Provincia di Reggio Emilia, la Fondazione Cassa di Risparmio Pietro Manodori e con il contributo di Assicurazioni generali S.p.A, Associazione Industriali di Reggio Emilia, Ccpl, Conad, Coopsette, Enìa e di Poltrona Frau,Toschi Arredamenti, Unieco, Twin–Set, la nuova edizione della manifestazione, ancora a cura di Elio Grazioli, è intitolata Umano troppo umano, per riflettere sulle molteplici concezioni del corpo.


Quest’anno, la cerimonia di apertura coincide emblematicamente con l’inaugurazione dello Spazio Gerra, nuovo centro dedicato alla fotografia e all’immagine contemporanea. L’ex albergo Cairoli in piazza XXV Aprile, che ospiterà lo Spazio, è stato donato al Comune di Reggio Emilia dalla vedova dell’artista Marco Gerra (1925-2000) e recuperato grazie a un innovativo progetto dell’architetto Christian Gasparini in collaborazione con gli architetti Alessandro Ardenti e Cristiana Campani.

Lo spazio, aperto tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 12 alle ore 23 con ingresso libero, ospiterà esposizioni temporanee, dibattiti e incontri con fotografi, e sarà anche una sorta di centro della memoria di Fotografia Europea, con possibilità di consultazione degli archivi delle edizioni passate e messa a disposizione del patrimonio artistico che negli anni è entrato a far parte delle collezioni comunali. Target privilegiato sarà il pubblico dei teenager, per cui saranno individuate proposte di coinvolgimento e partecipazione anche, ma non solo, attraverso progetti concordati con il mondo della scuola.



La cerimonia di inaugurazione di questo nuovo laboratorio permanente di idee si pone dunque come cornice ideale per la presentazione di un’edizione di Fotografia Europea più che mai aperta alla sperimentazione e alla ricerca. Fulcro dell’incontro alle ore 18, dopo i saluti delle autorità intervenute – il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, la direttrice della PARC Direzione generale per la qualità e la tutela del Paesaggio l’architettura e l’arte contemporanee - Ministero dei Beni e Attività Culturali Carla Di Francesco, l’assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Alberto Ronchi e l’assessore alla Cultura e al Paesaggio della Provincia di Reggio Emilia Giuliana Motti – sarà la conversazione tra il sociologo Alberto Abruzzese e il fotografo Oliviero Toscani, coordinati dal curatore della rassegna Elio Grazioli, che si confronteranno sul ruolo del corpo nella pubblicità e nell’immaginario collettivo attuali.

Alberto Abruzzese professore ordinario di Sociologia delle Comunicazioni di Massa all'Università "La Sapienza" di Roma, è saggista, scrittore e operatore culturale nel campo dei media, del mercato editoriale e dei beni culturali. Autore di saggi sulla comunicazione e i nuovi media, ha ideato e realizzato programmi radiofonici e televisivi, scritto sceneggiature cinematografiche e televisive, curato installazioni video. Tra le sue pubblicazioni recenti: Sociologia della comunicazione, con Paolo Mancini (Laterza, 2007), e La grande scimmia. Mostri, vampiri, automi e mutanti. L’immaginario collettivo dalla letteratura, al cinema e all’informazione (Luca Sassella, 2008).


Oliviero Toscani fotografo di fama mondiale, è creatore di campagne pubblicitarie per marchi come Esprit, Chanel, Fiorucci, Prenatal e soprattutto Benetton, di cui ha creato nell’arco di 18 anni l'immagine di marca, l’identità e la strategia di comunicazione. Molte delle sue campagne pubblicitarie sono balzate alla cronaca a causa di interventi di censura.


In caso di maltempo la cerimonia di apertura si tiene al teatro Zavattini-Cavallerizza in viale Allegri.

In concomitanza con la cerimonia di apertura si spalancheranno le porte di tutte le sedi espositive sia quelle del programma istituzionale che quelle collegate e della sezione off per dare vita alla grande festa di Fotografia Europea. Tra gli artisti in mostra Antoine D’Agata, Paolo Gioli, Aneta Grzeszykowska, Raoul Hausmann, Jorge Molder, Erwin Olaf, Pierre et Gilles, Bettina Rheims, Ann-Sofi Sidén, Edward Steichen, Wols.

La festa di apertura prosegue in serata, a partire dalle ore 21, con il DJ set del guru dell’elettronica francese Guillaume Sorge / Dirty Sound System, e con la performance live, mix di effetti visuali e campionamenti elettronici, dei tedeschi Rechenzentrum.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Info: www.fotografiaeuropea.it tel. 0522 451152



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -