REGGIO EMILIA - Giovedì si apre la “2 giorni europea” a Reggio

REGGIO EMILIA - Giovedì si apre la “2 giorni europea” a Reggio

REGGIO EMILIA - Si apre giovedì 28 giugno alle 15 la “2 giorni europea” a Reggio Emilia.

Saranno ben 14 le lingue parlate: francese, tedesco, inglese, italiano, olandese, danese, spagnolo, portoghese, svedese, ceco, polacco, finlandese, romeno, greco. Saranno invece 8 le lingue di traduzione: francese, tedesco, inglese, italiano, olandese, svedese, ceco e polacco.

Già nella giornata di oggi, mercoledì, sono arrivati in città i funzionari della commissione ECOS del Comitato delle Regioni dell’Unione Europea.


Domani, giovedì 28, alle 15 al teatro Cavallerizza si aprono i lavori della commissione ECOS che vedrà, tra gli altri, anche la discussione del parere di prospettiva richiesto dalla Commissione Europea alla Presidente della Provincia Sonia Masini che affronta il tema delle “Donne migranti nell’Unione Europea”. La discussione è prevista per le ore 16.


Il giorno successivo, il 29 giugno, sempre al teatro Cavallerizza si affronterà il tema “Donne migranti e Pari Opportunità”, nell’ambito di un convegno internazionale che registra, tra gli altri, la presenza di Franco Frattini, vicepresidente della Commissione Europea; del Premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini, di Melina de Caro, capo dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.


Numerosi anche gli ospiti provenienti dagli altri stati dell’Unione, tra loro Claudette Abela Baldacchino, membro del Comitato delle Regioni e relatrice per il parere “Roadmap per la parità fra donne e uomini 2006-2010”; Alexandros Zavos, presidente dell’Istituto ellenico della politica di immigrazione e Martina Liebsch, presidente della commissione per l’immigrazione della Caritas Europa.


Tra i partecipanti è prevista la presenza della Principessa HRH Wijdan Al-Hashemi, Ambasciatrice del regno Hashemita di Giordania, Paola Manzini, Assessore scuola, formazione professionale, università, lavoro, pari opportunità della Regione Emilia Romagna, Paolo Fontanelli, Sindaco di Pisa in rappresentanza di ANCI.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi, di fronte a cambiamenti così veloci e difficili da governare, Reggio Emilia si candida quindi a diventare il cuore di un dibattito internazionale su temi di strettissima attualità: inclusione, sicurezza sociale, tutela dei diritti e salvaguardia delle identità culturali. L’Unione Europea ha infatti una legislazione antidiscriminazione molto avanzata, ma è evidente che le pari opportunità per le donne migranti si possono realizzare solo se sostenute da una chiara volontà politica e da un cambiamento culturale nell’atteggiamento dell’opinione pubblica verso le donne migranti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -