REGGIO EMILIA - Il Consiglio approva il conto consuntivo del 2006

REGGIO EMILIA - Il Consiglio approva il conto consuntivo del 2006

REGGIO EMILIA - Il Consiglio Provinciale, presieduto da Lanfranco Fradici, ha approvato il conto consuntivo del 2006, illustrato all'Assemblea dall'assessore alle Risorse Loredana Dolci: "Il totale delle entrate accertate nel 2006 è stato pari a 120 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2005 del 9,4 per cento. Il totale delle spese 2006 è stato pari a 122 milioni di euro con un incremento del 10 per cento rispetto agli impegni del 2005, dovuto principalmente ad un consistente impegno negli investimenti per lavori pubblici e infrastrutture, in particolare nel settore della viabilità e della scuola, per oltre 34 milioni di euro. La gestione finanziaria del 2006 si è chiusa con un avanzo di amministrazione disponibile pari a 1,3 milioni di euro". L'assessore Dolci ha poi sottolineato che "anche nel 2006 la Provincia di Reggio è riuscita a rispettare gli obiettivi del patto di stabilità, grazie anche all'intesa raggiunta con la Regione Emilia Romagna".Il documento ha registrato il voto favorevole della maggioranza e la contrarietà dei gruppi di opposizione.


Il capogruppo dell'Udc Tarcisio Zobbi ha criticato le affermazioni per cui "le difficoltà sono superate grazie alla Regione", evidenziando "dopo 5 anni di critiche al governo centrale, questo ritrovato 'improvvisamente' rapporto disteso".

Il consigliere dei Ds Giuseppe Allegretti ha sottolineato invece "l'approccio duro del Governo Berlusconi, il cui atteggiamento era quello di additare le autonomie locali come le principali responsabili delle difficoltà economico-finanziarie".


Alle affermazioni del consigliere di opposizione Zobbi ha replicato il consigliere dei Ds Maino Marchi: "Non dimentichiamo che quando parliamo del rendiconto del 2006, il riferimento nazionale è alla Finanziaria varata dal governo di centrodestra, prima del Governo Prodi. L'attuale Governo ha ridefinito i parametri del Patto di Stabilità 2007, accogliendo le richieste degli Enti Locali riguardo alla trasformazione del tetto di spesa in saldo e di un sostegno affinché quelle a livello territoriale siano autonomie positive".

"Meglio non fare riferimenti alle iniziative di livello governativo - ha affermato il capogruppo di Forza Italia Claudio Guidetti - perché troppe volte ho visto in quest'aula strumentalizzare le politiche nazionali quando il governo era di centrodestra". Guidetti ha poi criticato "il proliferare di consulenze, dirigenze e staff, dalla Provincia fino a volte ai piccoli Comuni, a fronte di un lamentato ritardo infrastrutturale da parte di questa stessa amministrazione".


Il capogruppo di An Leopoldo Barbieri Manodori ha bocciato il rendiconto presentato: "Il giudizio politico è assolutamente negativo e a suffragarlo sono le cifre stesse".

Luciano Branchetti dei Ds ha sottolineato gli "elementi di positività del conto consuntivo del 2006 della Provincia, pur non nascondendo le difficoltà che si incontrano a livello nazionale, con riflessi a livello locale, stante l'attuale debito pubblico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assessore Dolci ha infine sottolineato come "anche in questo anno 2006 siano state rispettate sia le previsioni di entrate correnti che quelle di uscite correnti e come gli investimenti, per i quali sono stati stanziati 34 milioni di euro, siano molto rilevanti per tutti i cittadini della Provincia, poiché riguardano le infrastrutture viarie, le scuole superiori e l'università".


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -