Reggio Emilia, il sostegno della Provincia a "No alcol on the road"

Reggio Emilia, il sostegno della Provincia a "No alcol on the road"

REGGIO EMILIA - Prosegue l'impegno della Provincia a favore della sicurezza stradale, contro le stragi del sabato sera e contro l'abuso di alcol da parte dei giovani. Infatti - oltre al potenziamento del servizio di trasporto pubblico notturno Discobus e la creazione del servizio estivo - la Provincia sostiene anche all'iniziativa promossa dalla Polizia Stradale in queste settimane e denominata "No alcol on the road".

 

Il progetto ha coinvolto ben 14 istituti superiori della provincia, in una sorta di tour nelle discoteche reggiane dove i ragazzi, con modalità del tutto originali, hanno illustrato ai loro coetanei gli effetti devastanti dell'abuso di alcol, offerto loro cocktail a "zero gradi", distribuito brik di latte della Giglio e perfino esposto la Smart rielaborata dagli studenti dell'Ipsia Lombardini che, avendo incorporato e collegato al sistema di accensione un vero e proprio etilometro, non parte se il tasso alcolemico risulta oltre i limiti di legge. Questo pomeriggio nel cortile di Palazzo Allende, la presidente della Provincia Sonia Masini ha consegnato ad una trentina di studenti, in rappresentanza delle 14 scuole coinvolte nel progetto, le magliette griffate "No alcol on the road", mentre agli studenti dell'Ipsia Lombardini che hanno rielaborato la Smart è stato consegnato un premio per la contributo creativo che hanno dato al progetto. Gli studenti dell'istituto Motti hanno poi offerto ai presenti i loro ormai famosi cocktail analcolci.

 

Erano inoltre presenti il comandante della Polizia Stradale Daniele Barbieri, gli assessori provinciali Gianluca Chierici, Luciano Gobbi e Roberta Rivi.

 

La presidente della Provincia Sonia Masini, che peraltro nelle settimane scorse, aveva toccato con mano l'impegno dei ragazzi nell'ambito della tappa al Fuori Orario di "No alcol on the road", ha sottolineato "l'effetto positivo del coinvolgimento in prima persona dei ragazzi per la sensibilizzazione dei loro coetanei. Questi giovani sono infatti una miniera di creatività, che quando riconosciuta e stimolata nel modo giusto, diventa tesoro per l'intera comunità e un contributo fondamentale per le istituzioni, nella loro opera di prevenzione e contrasto all'abuso di alcol".

 

 

No alcol on the road

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il comando di Polizia Stradale di Reggio Emilia, nell'ambito dell'iniziativa "Il Salva Patente", in collaborazione con l'istituto Motti, capofila del progetto e la collaborazione anche della Provincia di Reggio Emilia, ha promosso un progetto di sensibilizzazione dei giovani sugli aspetti legati al consumo di bevande alcoliche denominato "No alcol on the road". Oltre al Motti, sono state coinvolti gli istituti superiori Pascal, l'istituto d'arte Chierici, l'Ipsia Galvani, l'Iti Nobili, il don Zefferino Jodi, lo Scaruffi, il Secchi, il liceo Moro, la Filippo Re, il liceo Ariosto-Spallanzani, l'istituto magistrale Matilde di Canossa e l'Ipsia Lombardini, insieme a numerosi locali della città frequentati dai giovani. In particolare, la collaborazione della Provincia al progetto ha consistito nella fornitura di materiale cartografico e di dati sugli incidenti stradali dovuti alla guida in stato in ebbrezza e nella messa a disposizione del materiale didattico e di tutte le informazioni necessarie alla realizzazione del progetto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -