Reggio Emilia: per il PdL "i Comuni potrebbero passare da 45 a 20"

Reggio Emilia: per il PdL "i Comuni potrebbero passare da 45 a 20"

REGGIO EMILIA - Un riordino degli Enti Locali della provincia di Reggio Emilia, che preveda la fusione di Comuni sulla base di criteri geografici, di analogia nelle criticità  e di vastità: di fatto 20 amministrazioni comunali, invece delle attuali quarantacinque. Questa in sintesi la proposta degli esponenti del Pdl Leopoldo Barbieri Manodori (An), Giovanni Martinelli (Fi), Roberto Bedenghi (Fi) e Stefano Nardini (lista civica Comune Impegno di Montecchio) presentata nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Allende.

 

"A fronte dell'istituzione di nuove Unione di comuni, che rappresentano un ulteriore livello istituzionale fra Comune e Provincia, la nostra proposta è quella di una fusione di comuni - ha spiegato Leopoldo Barbieri Manodori capogruppo in Consiglio Provinciale di An-Pdl - Si tratterebbe di ridurre il numero delle amministrazioni, quindi degli amministratori, attuando un reale taglio dei costi, cosa che invece la creazione di questo nuovo ente intermedio assolutamente non persegue". Un giudizio severo quindi quello del Pdl, ribadito anche da Roberto Bedenghi (Fi-Pdl): "L'Unione dei comuni dovrebbe funzionare con risorse derivanti da risparmi di gestione. Ma come è possibile risparmiare, se si aumenta, invece che diminuire, il numero di sedi a cui provvedere con la manutenzione, amministratori a cui erogare indennità, nonché dipendenti da stipendiare?".

 

I comuni, secondo gli esponenti del Pdl che hanno presentato la proposta potrebbero passare dagli attuali quarantacinque a 20: "Il vantaggio per la comunità sarebbe consistente perché significherebbe dimezzare i costi" ha sottolineato Giovanni Martinelli (Fi-Pdl), aggiungendo che "dagli attuali 1.070 amministratori si passerebbe a 538".

 

Una bozza di lavoro "ancora tutta da definire" precisano gli esponenti del Pdl, ma che sulla cartina presenterebbe consistenti innovazioni. Queste le agglomerazioni ipotizzate: Poviglio, Brescello, Boretto, Gualtieri; Castelnovo Sotto, Cadelbosco, Bagnolo; Luzzara, Reggiolo; Fabbrico, Rolo, Rio Saliceto; San Martino in Rio, Rubiera; Montecchio, Cavriago, Bibbiano; Quattro Castella, Vezzano, Albinea; Scandiano, Casalgrande; Viano, Baiso, Castellarano; San Polo, Canossa, Casina; Carpineti, Toano; Vetto, Ramiseto; Busana, Collagna, Ligonchio; Castelnovo Monti; Gattatico, Sant'Ilario, Campegine; Novellara, Campagnola. Invariate invece le amministrazioni di Reggio Emilia, Guastalla, Villa Minozzo e Correggio.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -