Reggio Emilia: ruba videogame e ferisce negoziante. Poi si costituisce

Reggio Emilia: ruba videogame e ferisce negoziante. Poi si costituisce

REGGIO EMILIA - Desiderava tanto la Playstation, ma non poteva permettersela perché era stato da poco licenziato. Si è giustificato così il 30enne campano arrestato mercoledì mattina per aver rubato il videogame al punto vendita "Comet" situata all'interno del centro commerciale "Le Vele" di Reggio Emilia. L'improvvisato ladro si è impossessato dell'articolo desiderato, ma il codice a barre non si è staccato. Così passando all'uscita si è attivato l'allarme.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il responsabile ha cercato di bloccare il 30enne, ma quest'ultimo l'ha colpito con la refurtiva e si è dato alla fuga in sella ad uno scooter. Il giovane è stato identificato poco dopo dai Carabinieri attraverso il numero di targa del ciclomotore, riuscendo così a risalire al numero di cellulare. I militari lo hanno contattato al cellulare, invitandolo a costituirsi. Il 30enne si è così presentato in caserma, motivando il gesto: voleva la Playstation, ma non poteva permettersela.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -