REGGIO EMILIA - "Situazione idrica, non si rischia l'emergenza"

REGGIO EMILIA - "Situazione idrica, non si rischia l'emergenza"

REGGIO EMILIA - Si è riunito questa mattina a Palazzo Allende il Tavolo tecnico sulla situazione idrica promosso dalla Provincia. E' stata la stessa presidente della Provincia, Sonia Masini, a coordinare i lavori ai quali hanno preso parte gli assessori provinciali all'Ambiente e all'Agricoltura, Alfredo Gennari e Roberta Rivi, ed i rappresentanti di Arpa, Bonifiche Bentivoglio-Enza, Parmigiana-Moglia-Secchia e Parmense, Enìa, Servizio tecnico di bacino della Regione e Ato.


"La situazione è ampiamente sotto controllo e, anche in questo caso, tutti gli enti preposti stanno facendo il loro dovere, scongiurando a differenza di altre realtà ogni rischio di emergenza - ha detto la presidente Masini - E' comunque fondamentale continuare questo lavoro di squadra e monitorare continuamente la situazione idrica, perché anche il nostro territorio, tradizionalmente ricco di acqua, sta assistendo ad un cambiamento. Servono unità di intenti e di vedute, ma anche un mutamento culturale perché l'acqua non può più essere sprecata e ognuno di noi deve fare qualcosa perché sia garantita a tutti, anche alle produzioni. Stiamo lavorando anche sul fronte della pianificazione per evitare interventi di forte impatto, ma anzi estendere i parchi nelle zone dei fiumi e promuovere un'agricoltura compatibile e di qualità".

Per quanto riguarda la diga di Vetto, "si tratta di un intervento ormai improponibile che non rientra nei nostri programmi - ha detto la presidente Masini - Stiamo invece lavorando sull'ipotesi di piccoli bacini di accumulo ben inseriti nel territorio ed ecocompatibili".


Anche per l'assessore Alfredo Gennari è "fondamentale un governo unitario della risorsa idrica, ma anche un attento monitoraggio per tutta la stagione irrigua nonché lavorare sul risparmio idrico per raggiungere un ottimale utilizzo dell'acqua in tutti i settori, così come previsto dal Piano provinciale". "La funzione di questo Tavolo - ha aggiunto - è anche quello di condividere le conoscenze di ogni ente per poter individuare e attuare interventi efficaci".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che la situazione sia ampiamente sotto controllo è stato confermato anche dall'Ato che ha sottolineato ad esempio come, grazie anche alle campagne di sensibilizzazione realizzate in questi anni, il consumo provinciale per uso domestico si attesti intorno ai 148 litri al giorno per abitante, un dato inferiore alla media emiliano-romagnola e già al di sotto degli obiettivi previsti per il 2016 dal Piano regionale. Anche per Enìa la situazione delle falde mostra normali escursioni stagionali e comunque, negli ultimi 15 anni, si registra una sostanziale stabilità, mentre le Bonifiche pur avendo dovuto anticipare, per il gran caldo dei giorni scorsi, la stagione irrigua, stanno proseguendo con regolarità nella fornitura di acqua agli agricoltori.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -