Reggio Emilia: Tecnogas, nuovi impegni della Provincia

Reggio Emilia: Tecnogas, nuovi impegni della Provincia

REGGIO EMILIA - Si è tenuto oggi, alla presenza degli assessori al Lavoro Gianluca Ferrari e alla Solidarietà Marcello Stecco, il terzo incontro del Tavolo straordinario istituito dalla Provincia per seguire la grave crisi della Tecnogas di Gualtieri che, oltre ai parlamentari reggiani e al Comune di Gualtieri, è stato allargato anche ai consiglieri regionali (questa mattina erano presenti Marco Barbieri, Gianluca Rivi, Laura Salsi e una delegata di Lino Zanichelli) e alle forze sociali (presenti Associazioni industriali, Cna e sindacati.

 

L'incontro di oggi ha consentito di fare il punto sui risultati sinora raggiunti in merito alla crisi Tecnogas: inserimento della ditta nelle procedure di amministrazione straordinaria previste dalla legge Marzano (utilizzata anche per Alitalia), insieme alle altre aziende del gruppo Merloni di Fabriano, che permette ora l'avvio delle procedure di cassa integrazione straordinaria per i lavoratori; attivazione, attraverso sottoscrizione dell'accordo con la Regione, degli ammortizzatori sociali "in deroga" anche per i lavoratori dell'indotto; predisposizione degli atti finalizzati alla possibilità di realizzare, in accordo con banche locali, meccanismi di anticipazione degli assegni Inps di cassa integrazione per i lavoratori, in attesa dell'accreditamento. Per il momento parte il Comune di Gualtieri (che tra l'altro anticiperà la mensilità di ottobre ai lavoratori di Tecnogas), ma la Provincia si è impegnata a realizzare un fondo straordinario per estendere tale provvedimento ad altre situazioni che si presenteranno su tutto il territorio provinciale.

 

La Regione, hanno anticipato i consiglieri regionali, sta adottando atti per favorire l'abbattimento di costi di interesse per le aziende - artigiane in particolare - e attivare meccanismi che favoriscano l'avvio di credito agevolato da parte delle banche: in proposito è stato segnalato da parte di tutti il non ancora adeguato livello di coinvolgimento e attenzione da parte del sistema bancario su questa situazione di difficoltà economica e produttiva.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si è valutato inoltre necessaria un'azione urgente per far ripartire l'attività dell'indotto, che versa in forti difficoltà a causa del fermo della produzione alla Tecnogas e del mancato pagamento delle precedenti forniture. Per tale motivo si è concordato di chiedere oggi stesso un incontro alla Regione per affrontare e sbloccare questa difficile situazioni: istituzioni locali, associazioni datoriali e sindacati si attiveranno parallelamente per coinvolgere sulla questione i loro rappresentanti regionali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -