Reggio Emilia: terremoto in Abruzzo, 40 i volontari reggiani partiti

Reggio Emilia: terremoto in Abruzzo, 40 i volontari reggiani partiti

REGGIO EMILIA - Gli Assessorati alla Protezione civile della Provincia e del Comune di Reggio Emilia stanno seguendo l'evolversi della gravissima situazione verificatasi in Abruzzo a seguito del violento sisma di questa notte.  Proprio in queste ore sono partiti da Reggio i primi 40 volontari e mezzi che integreranno la prima sezione della Colonna mobile regionale, prevista nel quadro degli interventi di soccorso coordinati dal Dipartimento nazionale di Protezione civile.

 

La destinazione delle forze della Regione Emilia-Romagna è a supporto delle attività del territorio del comune di San Demetrio né Vestini (AQ), circa 17 km a sud est di L'Aquila.

Nel dettaglio, l'Anpas di Reggio Emilia ha già inviato 12 volontari con due ambulanze, 1 Posto medico avanzato, 1 Polisoccorso con PMA, 1 carrello Triage per maxiemergenze, 1 cucina moblie, 1 segreteria mobile.

 

La Croce rossa reggiana, già allertata a supporto dell'ospedale da campo della Colonna mobile regionale, è invece prota a partire con 65 soccorritori di cui 3 medici, 10 infermieri, 23 logisti (idraulici, elettrici), 1 tecnico radiologo, 1 fisioterapista, 2 unità cinofile.

"In questi primi momenti è fondamentale l'organizzazione delle forze disponibili e la programmazione degli interventi, che devono tutti rientrare nelle competenze delle Istituzioni preposte, dei Corpi dello Stato e del volontariato - affermano gli assessori Luciano Gobbi e Franco Corradini - Si invita pertanto chiunque desiderasse prestare aiuto sul posto, a non mettersi in viaggio verso le zone colpite per non intralciare il traffico e a non tentare di prestare autonomamente soccorso: un soccorritore senza preventivo appoggio logistico, dopo 24 ore diventa infatti solo uno sfollato in più da soccorrere".   

Nelle prossime ore saranno indicati i numeri telefonici cui far riferimento: per ora il numero di riferimento è quello del Centro operativo della Protezione civile (presso la Prefettura di Pescara) 085.2057631.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per informazioni di carattere generale si può invece chiamare dalle 8 alle 20 il numero unico 0522.555733 del Centro unificato provinciale di Protezione civile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -