REGGIO EMILIA - Uccise la moglie, imprenditore estradato dal venezuela

REGGIO EMILIA - Uccise la moglie, imprenditore estradato dal venezuela

Reggio Emilia, 24 gen. - (Adnkronos) - Il 28 marzo dell'anno scorso, al termine delle indagini dei carabinieri di Correggio (Reggio Emilia) l'Interpool e la polizia venezuelana hanno posto fine alla latitanza di Antonio Pirozzi, l'imprenditore correggese 58enne condannato in Cassazione a 21 anni di reclusione per l'omicidio della moglie.

A distanza di quasi un anno da quell'arresto l'uomo e'stato estradato e alle 8,15 di questa mattina, con un volo proveniente da Caracas, e' sbarcato all'aeroporto di Roma Fiumicino dove ad attenderlo c'era tra gli altri personale dell'Interpool con il comandante dei carabinieri della stazione di Correggio.

Pirozzi ha sempre sostenuto che si era trattato di un incidente. La moglie era stata uccisa da un colpo partito accidentalmente mentre puliva la sua pistola. In realta' nell'ottobre del 2000 una perizia sull'arma smonto' la sua tesi difensiva e sulla base delle risultanze investigative il pm Luca Guerzoni ottenne l'arresto dell'imprenditore. Un anno dopo l'uomo cambio' versione dicendo che voleva uccidersi e che la moglie era morta perche' aveva sfiorato l'arma mentre stava per spararsi. Ma nemmeno questa versione fu ritenuta credibile e cosi' nel giugno del 2002 l'imprenditore venne rinviato a giudizio per omicidio volontario aggravato.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -