Regionali, Bernini (PdL-Lega): "Romagna, Errani vuole decidere al posto della gente?"

Regionali, Bernini (PdL-Lega): "Romagna, Errani vuole decidere al posto della gente?"

BOLOGNA - "Mi candido a governare la Regione Emilia-Romagna senza per questo negare protervamente il diritto di tutti i cittadini emiliano-romagnoli all'autodeterminazione, anche territoriale". Cioe' il referendum sul distacco della Romagna dall'Emilia. "Oppure il presidente Errani ritiene di potere decidere anche questo in luogo della gente?". La candidata del Pdl alla guida della Regione, Anna Maria Bernini, replica al presidente uscente, Vasco Errani.

 

Errani lunedì da Forli' l'ha accusata di voler spezzare le Regione che vorrebbe governare. "Vorrei rassicurare il presidente uscente", attacca Bernini, che poi, come lui chiama in causa la  Costituzione: se i cittadini dovessero votare per la separazione, spiega, lo farebbero tramite strumenti di democrazia diretta come il referendum, come previsto dall'articolo 132 della Costituzione "che segnalo al presidente Errani in aggiunta al 121 gia' 'recepito'".

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di buonsenso
    buonsenso

    signori..vi ricordo che il Referendum per la creazione di nuove regioni è disciplinato costituzionalmente dall'art.132 ..vi ripeto ..se si vuole seguire la Costituzione va benissimo il Referendum!!! ma essa non obbliga i Consigli comunali a farne richiesta!!! Politicamente parlando ,noi del PD, A MIO AVVISO in maggioranza tra iscritti ed elettori, siamo convinti che la regione Romagna porterebbe a peggiorare le condizioni di vita dei romagnoli stessi..i romagnoli ci hanno votato e dunque dobbiamo essere responsabili nei confronti del nostro elettorato!!! e non spendere denaro per referendum controproducenti, dal nostro punto di vista!! per di piu' ci siamo sempre esposti chiaramente in campagna elettorale!! non vedo nulla di sovietico nel mio ragionamento! che la base non la pensi come la dirigenza, su tale questione, è soltanto una sua opinione signor MM77, NON AVALLATA DA NESSUN DATO EMPIRICO!

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Concordo con Dorian, la maggioranza degli iscritti e potenziali elettori del PD sono favorevoli alla Regione Romagna. E' proprio perchè i dirigenti ne sono ben consapevoli che negano questo referendum sputtanandosi, perchè avrebbero la conferma che la base non la pensa come loro.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    d_a_v_i_d_e esprime concetti assolutamente logici e sottoscrivibili, seppure in modo un po' pungente nei confronti di buonsenso. Mi scusi, buonsenso, ma davvero il ragionamento è davvero sovietico. Come dire, i consigli comunali sono gestiti dal PD, ma allora cosa cavolo andiamo a votare se già il PD ha deciso di correre per vincere ? Ora è chiaro che i consigli comunali sono quello che sono, ma personalmente sono convinto che molti, moltissimi PD se potessero sarebbero a favore della regione romagna. Credo che la battaglia più difficile sia questa. Cercare di dimostrare che l'idea della regione romagna è una idea di tutti, non di uno contro l'altro. Storicamente il primato spetta al MAR, politicamente, alla Lega, ma ci si dovrebbe trovare tutti senza fare la conta a chi è arrivato prima o dopo. Se Berlusconi dice "Spero che l'inquinamento si riduca" mica ci mettiamo tutti a buttare pile usate in mare solo per fargli un dispetto. O no ? ... e naturalmente nessuno dopo dirà che l'inquinamento è finito SOLO grazie a Berlusconi. Tutto qui.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    RISPONDO AL SIGNOR BUONSENSO. NON SONO UN ELETTORE PD, E CREDO CHE LA SUA VISIONE DEMOCRATIKA SIA UN TANTINO SOVIETIKA... A QUANTO PARE HA RAGIONE LA bERNINI... VUOLE DECIDERE IL PARTITO IN LUOGO DELLA GENTE! NON è POSSIBILE DISSENTIRE DALLA LINEA DEL PARTITO, NEANCHE SU QUESTIONI MORALI! IL TEMA DELL'AUTONOMIA DELLA ROMAGNA NON è PRTINENTE CON IL PROGRAMMA DEL GOVERNO DI UN COMUNE, CHE VERTE PRINCIPALMENTE SU QUESTIONI DI GOVERNO DI UN COMUNE APPUNTO. CREDO CHE LA bERNINI ABBIA INFLITTO UN COLPO EFFICACE, BRAVA! SE POI SONO TUTTI CONVINTI CHE LA MAGGIORANZA SCHIACCIANTE COME PER I CONSIGLI IN MANO AL PD SIA CONTRARIA, ALLORA SI EFFETTUI SENZA TIMORI IL REFERENDUM, CHE VERRA' BOCCIATO, VEDREMO!

  • Avatar anonimo di buonsenso
    buonsenso

    ...DO IL MIO SOSTEGNO AL SAGGIO DISCORSO DI eRRANI, CON IL QUALE MI TROVO COMPLETAMENTE D'ACCORDO!!! AGGIUNGO UNA COSA PERò...LA SIGNORA BERNINI DOVREBBE SAPERE CHE LA CREAZIONE DI NUOVE REGIONI è DISCIPLINATA COSTITUZIONALMENTE DALL'ART.132: ESSO ENUNCIA CHE è POSSIBILE CREARE UNA NUOVA REGIONE LADDOVE NE FACCIANO RICHIESTA UN NUMERO DI CONSIGLI COMUNALI CHE SIANO RAPPRESENTATIVI DI ALMENO UN TERZO DELLA POPOLAZIONE INTERESSATA!!! IN ROMAGNA I CONSIGLI COMUNALI SONO PER LA STRAGRANDE MAGGIORANZA IN MANO AL PD...I SINDACI DEL PD SONO STAI ELETTI DEMOCRATICAMENTE E NEI LORO PROGRAMMI ELETTORALI AVEVANO GIà PRECEDENTEMENTE ESPRESSO LA LORO CONTRARIETA' AL REFERENDUM!!! DUNQUE MI SEMBRA ASSURDO OBBLIGARLI AD ESPRIMERSI FAVOREVOLMENTE NEI CONFRONTI DI TALE INULTILE E CONTROPRODUCENTE QUESTIONE DA MEDIO EVO (LA ROMAGNA AUTONOMA!!! SIGH!!!)IN QUANTO L'ELETTORATO SI è GIà ESPRESSO DEMOCRATICAMENTE VOTANDO PER SINDACI DI CENTRO-SINISTRA, I QUALI, COME GIà RILEVATO, SI ERANO GIà PUBBLICAMENTE ESPRESSI SULLA "QUESTIONE" ROMAGNA!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -