Regionali, Favia (grillini): "Terzo mandato? Pd e PdL eludono la legge"

Regionali, Favia (grillini): "Terzo mandato? Pd e PdL eludono la legge"

BOLOGNA - Vasco Errani non rispetta la legge e cosi' facendo tutto il Pd perde di credibilita' agli occhi dei cittadini. L'accusa al presidente della Regione, ricandidato per il centrosinistra, arriva dal suo sfidante del movimento 5 Stelle - Beppegrillo.it, Giovanni Favia. Il grillino ricorda che la  questione della ineleggibilita', per aver gia' due mandati alle spalle, investe tanto Errani quanto il presidente della Lombardia, anche lui ricandidato, Roberto Formigoni.

 

Contro quest'ultimo il Pd lombardo ha presentato un esposto, mentre in Emilia-Romagna analogo provvedimento e' stato annunciato da Enzo Raisi del Pdl. Favia ricorda che il tetto dei due mandati fu stabilito con una legge del 2004: lo scopo era "evitare concentrazioni di potere ed incentivare il ricambio di una classe dirigente perennemente attaccata alla poltrona. La legge venne approvata da  ambedue gli schieramenti, quegli stessi che oggi pero', con la ricandidatura di Errani da una parte e di Formigoni dall'altra, la smentiscono nella sostanza".

 

Come mai, si chiede Favia, "Pd e Pdl cercano di eludere e di snaturare nel suo principio fondamentale, una legge che loro stessi hanno votato pochi anni or sono, e che vieta la candidatura dopo due mandati consecutivi di un presidente di regione?". Favia insiste: "Quale credibilita' possono avere, davanti ai cittadini, dei partiti che sono i primi a non rispettare le leggi che loro stessi deliberano?". E poi, conclude, "con quale coerenza, in una regione si candidano violando la norma ed in un'altra fanno ricorso attaccando il proprio avversario, andando di fatto anche contro se stessi?".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -