Regionali, Galletti (Udc): "D'accordo nell'accorpare i piccoli comuni"

Regionali, Galletti (Udc): "D'accordo nell'accorpare i piccoli comuni"

BOLOGNA - "Tassazione elevata in Emilia-Romagna? Le dico di piu', e' destinata perfino a crescere se non si riducono le spese correnti di enti e Regione". Cosi' Gianluca Galletti, candidato alla presidenza dell'Emilia-Romagna, a chi gli chiede un giudizio sul rapporto Cisl sul fisco regionale presentatoda cui emerge che i cittadini emiliano-romagnoli pagano piu' tasse locali dei connazionali. "Bisogna risparmiare sulle spese inutili delle istituzioni", dice.

 

E ancora: "L'idea di accorpare i piccoli Comuni per tagliare i costi e' una buona idea", sostiene il candidato Udc. Per Galletti, comunque, in merito ai servizi "la cui alta qualita' e' tutta da  dimostrare", a rimanere prioritaria e' la sussidiarieta': "La Regione deve diventare controllore della qualita' di servizi esternalizzati a privati e associazioni", sostiene.

 

Galletti condivide inoltre la proposta Cisl di diminuire l'Irap per le imprese che contrattano con i sindacati premi di risultato legati alla produttivita', ma ricorda che "saranno anni difficili, al di la' dei livelli salariali bisogna pensare a sgravi per chi assume, per chi trasforma contratti a tempo  determinato in posti fissi". Sull'aumento dell'aliquota Irap a carico di banche e assicurazioni (per mantenere invariato il gettito dell'imposta), d'altro canto, Galletti non si trova molto d'accordo: "Sarebbe un gioco a somma zero. Ogni volta che graviamo di oneri banche e assicurazioni otteniamo solo un aumento dei costi a carico dei correntisti e dei cittadini. Le banche non ci perderebbero".

 

Galletti non manca, infine, di tornare sul cavallo di battaglia dell'Udc, ovvero il quoziente familiare, questa volta su scala regionale: "Chi ha piu' figli deve pagare meno tasse", conclude Galletti.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -