Regionali, il Pd del capoluogo: "Basta policentrismo, Bologna sia capitale"

Regionali, il Pd del capoluogo: "Basta policentrismo, Bologna sia capitale"

Regionali, il Pd del capoluogo: "Basta policentrismo, Bologna sia capitale"

BOLOGNA - Basta col "sistema policentrico". Bologna deve avere un ruolo piu' forte come "capitale" dell'Emilia-Romagna. A dirlo stavolta e' nientemeno che il Pd del capoluogo, alla vigilia delle elezioni del 28 e 29 marzo prossimi che potrebbero assicurare il terzo mandato al presidente uscente Vasco Errani. Il passaggio-chiave sul ruolo di Bologna si trova nel documento esaminato dalla direzione provinciale riunita dal segretario Andrea De Maria.

 

Una riunione con larghi vuoti, visto che tanti esponenti del partito sono impegnati nella campagna elettorale. Ma il testo di sette cartelle presentato alla discussione ("Contributo del Pd di Bologna al programma del Pd dell'Emilia-Romagna per le elezioni regionali"), e successivamente licenziato dell'assemblea con alcune integrazioni, ha punti di interesse.

 

"Il sistema policentrico- si legge ad esempio a pagina due- ha evidenziato i limiti di uno sviluppo caratterizzato da una concezione di autosufficienza dei luoghi che non e' piu' in grado di rispondere a una crescita del sistema regionale adeguato alle sfide di una regione europea". Dunque per il partito di Errani "il superamento di questi limiti necessita di un ruolo piu' forte di Bologna come citta' capitale".

 

Per il Pd di Bologna "la Fiera di Bologna, lo sviluppo dell'aeroporto Marconi, il ruolo di Hera,  l'Universita' e i centri di ricerca pubblici (Enea, Cnr) sono sicuramente poli di eccellenza che consentono di elevare Bologna al ruolo di capitale della regione". Ma questo obiettivo, avverte  il testo presentato alla direzione democratica, "si realizzera' solo se saranno attivate anche le risorse necessarie a sostenere gli obiettivi prioritari per l'intero territorio metropolitano" attorno al capoluogo, "nell'ambito di una vero e proprio piano strategico metropolitano con particolare riferimento alle infrastrutture gia' programmate".

 

Il testo, la cui approvazione ha richiesto una seduta a parte perche' nelle ultime direzioni il dibattito era stato monopolizzato dalle liste e dal caso Delbono, tocca ovviamente tutti i settori dell'amministrazione regionale. C'e' anche un passaggio sulla trasparenza di viale Aldo Moro. "Come Partito democratico- c'e' scritto- condividiamo l'esigenza di aumentare il rapporto di fiducia fra il cittadino e la pubblica amministrazione dando seguito ai principi di semplificazione  delle pratiche e delle procedure e di trasparenza, per consentire una partecipazione informata e il controllo sugli atti e sulla imparzialita' della gestione".

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Capitale ? Esagerati ! Semmai capoluogo, e comunque dell'Emilia non certo della Romagna con la quale non dovrebbe avere nulla a che fare. Purtroppo invece la Romagna è la pattumiera di Bologna.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -