Regionali, Vasco Errani debutta sulle note di "Niente paura" di Ligabue

Regionali, Vasco Errani debutta sulle note di "Niente paura" di Ligabue

Regionali, Vasco Errani debutta sulle note di "Niente paura" di Ligabue

BOLOGNA - Certo, non e' il Palazzetto dello Sport che tante manifestazioni dei Ds aveva ospitato in passato. Fatto sta che il Palazzo dei Congressi di Bologna offre comunque una sala di 1500 posti piena piu' un maxischermo dove si piazzano altri 600 posti per l'avvio della campagna elettorale del candidato alla presidenza della Regione Vasco Errani. Insieme a lui, davanti al popolo e alle bandiere del Pd, c'e' il segretario di Bologna Andrea De Maria, che lo promuove "capitano".

 

C'e' il segretario regionale Stefano Bonaccini, che scandisce, in risposta agli attacchi del centeodestra: "Sappia Vasco che c'e' tutta la nostra stima e che apprezziamo il lavoro fatto". E c'e' il leader nazionale del Pd, Pierluigi Bersani, che difende Errani dagli annunciati ricorsi per ineleggibilita'. Ma prima di tutti parla la musica: nella sala a luci spente parte un video dove Errani racconta l'Emilia-Romagna che e' e che sara' con le note di "Niente paura" di Ligabue.

 

Errani poi raccontera' di aver incontrato il cantautore emiliano a dicembre ottenendo l'autorizzazione a usare il suo brano per la campagna elettorale. "Niente paura", invoca il candidato dal palco. "E' un messaggio per l'Italia perche' sia un paese consapevole che guarda in faccia i suoi problemi". Rivendica, Errani, che questa terra, questa societa' e' "arrivata prima di Sarkozy, prima dei Chicago boys di Obama: non conta quello che hai in tasca".

 

   Errani non chiude gli occhi davanti alla ferita ancora aperta del caso Delbono: "Con le sue dimissioni ha fatto una scelta di responsabilita', e' una cosa giusta". E chiede alla destra di fare una legge per rendere i bolognesi "liberi di votare il loro sindaco". "Ridurremo di un altro 20% le spese di rappresentanza e consulenza". Lo scotto del Cinzia-gate pesa sulla campagna elettorale di Vasco Errani, aperta questa sera al Palacongressi di Bologna.

 

   In platea scatta il moto d'orgoglio quando Errani ricorda che la Regione ha riportato i consiglieri a 50, bloccando l'aumento a 67, "ha ridotto i Consorzi di bonifica, i compensi, le missioni le consulenze, risparmiando milioni di euro investiti sul welfare", ma- conclude Errani- "ho dato mandato agli uffici di rivedere le procedure per rafforzare i controlli".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -