Regionali, Vasco Errani: "Non facciamoci del male e continueremo a vincere"

Regionali, Vasco Errani: "Non facciamoci del male e continueremo a vincere"

Regionali, Vasco Errani: "Non facciamoci del male e continueremo a vincere"

"A me non fa paura nulla e se non ci facciamo del male, e io sono qui per non farci del male, noi questa Regione la potremo governare con la soddisfazione dei cittadini". Quasi lo grida Vasco Errani dal palco della Festa dell'Unita' di Bologna rispondendo ad una domanda sulla possibilità che alla guida ‘sua' Regione alle elezioni del 21-22 marzo 2010 possa non essere confermata una giunta di centrosinistra. Il Governatore glissa sull'ipotesi di una sua ricandidatura a presidente.

 

"Io- premette- non ho mai pensato che noi potessimo avere un atteggiamento autoreferenziale e arrogante". Per Errani in tutte le elezioni "c'e' una contesa, non si deve mai dare nulla per scontato". Ma "attenzione- rivendica- noi siamo quella forza che siamo, qui sono anni che non vinciamo per ragioni ideologiche".

 

Errani aggiunge di non sottovalutare il risultato della Lega nord, ma "noi siamo quelli dell'autonomia del territorio. Allora- chiude- dobbiamo reagire ed essere sul territorio e contrastare palmo a palmo le illusioni della Lega".

 

"Basta discutere solo delle persone e dei loro destini", prima viene il futuro del partito. Cosi', ancora una volta, il presidente della Regione Vasco Errani elude la domanda su una sua ricandidatura per viale Aldo Moro. Il ravennate ribadisce di voler tenere separate le discussioni congressuali da quelle per le elezioni regionali, "perche' per me prima dell'io viene il noi".

 

E quel noi significa che la scelta del candidato verra' fatta in modo ampio: "Dal Pd, dalla coalizione, dalla societa' e, dato che sono sicuro che non ci faremo del male, sono anche sicuro che troveremo la soluzione migliore". Errani ringrazia "di cuore" Piero Fassino, l'ultimo in ordine di tempo ad averlo lanciato per il terzo mandato e ringrazia "le molte persone" che prima di lui lo hanno fatto: "Sono cose che fanno piacere", ammette. Ma il percorso lui ce l'ha chiaro: serve "una buona discussione, una seria discussione insieme che ci portera' alla scelta migliore".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -