Regione, Alessandrini (Pd): "Rifinanziare gli ammortizzatori sociali"

Regione, Alessandrini (Pd): "Rifinanziare gli ammortizzatori sociali"

BOLOGNA - Nella seduta del 7 ottobre 2010 dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna è stata presentata una risoluzione firmata dai capigruppo della maggioranza, Monari (PD), Naldi (SEL), Barbati (IDV), Sconciaforni (FDS) e dai consiglieri regionali PD Alessandrini e Pariani, che invita la giunta regionale a farsi portavoce presso il Governo della necessità di rinnovare anche per il biennio 2011-12 l'Accordo Stato-Regioni nella parte delle politiche attive a sostegno del lavoro e dell'impresa e nella parte del rifinanziamento degli Ammortizzatori Sociali.

 

La risoluzione chiede inoltre l'individuazione di nuovi strumenti che possano tutelare i lavoratori "atipici" che oggi non sono garantiti e di reimpiegare sul nuovo Accordo tutte le risorse che dovessero risultare non utilizzate sul biennio 2009-10. "Con l'Accordo Stato-Regioni del febbraio 2009, - afferma il consigliere Tiziano Alessandrini - e grazie allo stanziamento di 8 miliardi di euro è stato possibile garantire per il biennio 2009-2010 il finanziamento degli Ammortizzatori sociali in deroga ed il sostegno alle politiche attive per il lavoro. Questo ha permesso di ridurre nella nostra regione gli effetti negativi della difficile congiuntura economica che interessa tutto il Paese, ma gli sforzi fatti fino ad oggi rischiano di venire fortemente compromessi dalla manovra finanziaria varata dal Governo nazionale la scorsa estate, i cui taqli si ripercuoteranno su lavoro, polizia amministrativa, incentivi alle imprese, protezione civile, energia, trasporti, salute, opere pubbliche, agricoltura, viabilità, ambiente, casa e altro ancora."

 

"L'andamento 2010 e le previsioni per il 2011, - prosegue Alessandrini - indicano scarsa crescita del PIL, consumi estremamente contenuti e ulteriore aumento del tasso di disoccupazione. Tutto ciò lascia presumere che anche nel prossimo biennio sarà necessario un massiccio ricorso agli Ammortizzatori sociali."

 

"Entro dicembre - conclude Alessandrini - 19.457 lavoratori emiliano-romagnoli perderanno la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria. E' dunque di assoluta urgenza che venga avviato un percorso per il rinnovo dell'Accordo Stato-Regioni per il biennio 2011-12 che è ancora fermo nonostante i ripetuti solleciti al Governo da parte della regione. Bisogna che anche il Governo prenda atto che la crisi è ancora in corso. Servirebbe una gigantesca riforma dello "stato sociale" perché nulla sarà più come prima dello scoppio della crisi, ma in attesa di questa, almeno si rinnovi l'accordo per non lasciare in situazioni drammatiche chi vive solamente di lavoro."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -