Regione: attivisti irrompono all'Assemblea regionale e lanciano banconote false

Regione: attivisti irrompono all'Assemblea regionale e lanciano banconote false

Regione: attivisti irrompono all'Assemblea regionale e lanciano banconote false

BOLOGNA - Blitz all'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, interrotta intorno alle 11.30 da una cinquantina di persone al grido di "Yes we cash". E' questo, infatti, il nome di una campagna inaugurata oggi per chiedere una legge regionale sul reddito minimo garantito. I manifestanti, raggruppatisi nella zona riservata al pubblico della sala dove si svolge l'Assemblea, hanno srotolato uno striscione e lanciato finte banconote tra i banchi dei consiglieri.

 

"Vogliamo che in questo Consiglio regionale si parli seriamente di una legge sul reddito minimo- si urla al megafono- come gia' esiste nel Lazio". La presidente dell'Assemblea, Monica Donini, dopo aver invitato i manifestanti ad interrompere l'iniziativa, ha sospeso i lavori e si e' spostata nella zona del pubblico per parlare con i manifestanti. L'interruzione e' durata pochi minuti, poi gli attivisti sono usciti per una conferenza stampa in cui spiegare i contenuti dell'iniziativa.

 

Il blitz ha avuto luogo mentre in Assemblea si discuteva della vicenda Terremerse, la cooperativa

del fratello del presidente della Regione, Vasco Errani, e del finanziamento ricevuto da viale Aldo Moro. "Si vuole nascondere Terremerse", ha esclamato dai banchi del Pdl il consigliere Luca

Bartolini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -