REGIONE - Attività antisindacale, Renzi (An) interroga la Giunta

REGIONE - Attività antisindacale, Renzi (An) interroga la Giunta

BOLOGNA - Gioenzo Renzi (an), visto che il Tribunale di Bologna- Sezione Lavoro ha condannato la Regione per attività antisindacale ("la Regione, rileva il consigliere, sembra aver violato l'accordo sottoscritto con le Organizzazioni sindacali, in base al quale i Direttori si impegnavano a comunicare ai propri dirigenti di ruolo quali erano i posti disponibili, non ancora coperti, per consentire ai medesimi di avanzare la propria candidatura"), ha rivolto una interrogazione alla Giunta per conoscere i motivi che hanno portato la Regione a non rispettare l'accordo sindacale e a chi devono essere attribuite le conseguenti responsabilità.


L'esponente di an, in particolare, chiede di sapere quanti e quali sono gli incarichi da dirigente affidati a persone esterne (che la Regione avrebbe dovuto comunicare ai propri dirigenti di ruolo, dandogli così la possibilità di poter avanzare la loro candidatura) e quali i nominativi delle persone esterne affidatarie di detti incarichi (quali funzioni gli sono state assegnate, quale indennità percepiscono, e in base a quali professionalità sono stati incaricati). Renzi chiede anche se, fronte del decreto emesso dal tribunale di Bologna, non debbano ritenersi risolti i rapporti di lavoro già instaurati, con la evidente conseguenza di una immediata interruzione degli stessi. Il consigliere, infine, chiede alla Regione se, a fronte di possibili richieste di rimborso che potrebbero essere avanzate dalla competente Corte dei Conti, sulle spese già sostenute per stipendi o compensi, o ad eventuali danni che venissero denunciati da parte dei dirigenti di ruolo che si sono ritenuti ingiustamente penalizzati, quali comportamenti intende adottare per tutelarsi al riguardo.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -