REGIONE - Corradi (Lega): ''Delibere non accessibili nel sito internet della Regione''

REGIONE - Corradi (Lega): ''Delibere non accessibili nel sito internet della Regione''

BOLOGNA - Roberto Corradi, della lega nord, in un'interrogazione chiede conto alla Giunta regionale dei motivi che hanno determinato la scelta di "oscurare" l'accesso dal sito internet della Regione Emilia-Romagna alle delibere dell'esecutivo. Fino ad alcuni mesi fa - spiega il consigliere - le delibere erano consultabili con una ricerca sul portale regionale, digitando il numero e la data del provvedimento. Attualmente, invece, se un cittadino o un'istituzione digitano gli estremi di una delibera, sul sito compare una schermata con la scritta "informazione non accessibile" e l'indicazione agli utenti di rivolgersi alla segreteria di Giunta per richiederne copia, con relativi numeri telefonici.


“Tale scelta - critica Corradi - oltre ad ostacolare l'esercizio del libero accesso agli atti da parte dei cittadini, arreca un grave danno ad amministrazioni locali, professionisti e imprese, perché rallenta infinitamente la possibilità di accedere al contenuto delle delibere". I soggetti interessati sono infatti costretti "ad affidarsi alla cortese disponibilità della Giunta stessa, che potrebbe anche negare o ritardare di giorni la risposta".


“Senza contare - aggiunge Corradi - i costi telefonici e quelli relativi ai tempi di lavoro che ne derivano: "estremamente elevati e non del tutto giustificati". In proposito il consigliere del carroccio vuole quindi sapere dall'esecutivo di viale Aldo Moro se sono stati stimati i costi che, a causa della nuova procedura, "graveranno su cittadini, sulle imprese e sulle amministrazioni pubbliche" e "se ritiene legittimo subordinare l'accesso alle delibere alla discrezionalità della Giunta".


"Non posso esimermi dal rilevare - commenta Corradi - come la scelta della Giunta di 'censurare' l'accesso alle delibere, coincida 'curiosamente' con la 'ribalta' giornalistica ottenuta dalla vicenda delle ri-assunzioni di tre direttori generali costata alla casse regionali circa 300 mila euro."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -