Regione, è lite tra l'assessore Lusenti e la Uil sul futuro della sanità per aree vaste

Regione, è lite tra l'assessore Lusenti e la Uil sul futuro della sanità per aree vaste

Regione, è lite tra l'assessore Lusenti e la Uil sul futuro della sanità per aree vaste

BOLOGNA - "Non si comprende l'attacco della Uil alla proposta della Regione per l'organizzazione dei rapporti tra le Aziende sanitarie parte dell'Area vasta". Così la replica dell'assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Carlo Lusenti alla presa di posizione della Uil regionale dopo l'incontro che si è avuto lunedì tra l'assessore Carlo Lusenti e le rappresentanze regionali di Cgil, Cisl e Uil. L'incontro serviva per discutere della proposta di direttive alle Aziende sanitarie per la regolamentazione delle relazioni in ambito di Area vasta.

 

"Abbiamo in atto un percorso di consultazione sulla proposta regionale che coinvolge, come doveroso e come è nostro costume, le rappresentanze sociali. "Nell'incontro  - ha detto l'assessore Lusenti - la Uil non ha avanzato alcuna osservazione nel merito del documento regionale; ha espresso una preferenza per un'organizzazione della sanità regionale con tre grandi Aziende sanitarie. Questo dimostra che, malgrado abbia partecipato ai numerosi incontri e malgrado abbia avuto, come gli altri sindacati, l'ultimo documento regionale da dieci giorni, non è stato compreso che le Aree vaste non sono Aziende sanitarie. Le Aree vaste sono state istituite per ottimizzare, con risparmi di risorse, e razionalizzare (evitando duplicazioni) funzioni amministrative, tecniche, sanitarie di bacino extra aziendale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Consiglio alla Uil, se ha delle proposte, di presentarle in forma compiuta, magari, se crede, condividendole prima con gli altri sindacati", ha concluso l'assessore regionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -