Regione, giro di vite sulle auto blu: obiettivo recuperare 180mila euro nel 2011

Regione, giro di vite sulle auto blu: obiettivo recuperare 180mila euro nel 2011

Regione, giro di vite sulle auto blu: obiettivo recuperare 180mila euro nel 2011

BOLOGNA - Giro di vite sulle auto blu per gli assessori regionali. D'ora in poi potranno usarle per "sole ragioni di rappresentanza o istituzionali". E in ogni caso dovranno osservare un rigidissimo protocollo di autorizzazioni e documentazioni. Il presidente Vasco Errani compie cosi' un altro passo nell'opera di ridimensionamento dei costi della Giunta, contando in questo modo di recuperare 180mila euro all'anno dal 2011; 126mila gia' nell'ultimo scorcio del 2010.

 

Sulla brusca frenata per le auto blu pesa anche un altro fattore. La manovra estiva del governo prevede infatti per le amministrazioni, dal prossimo gennaio, la riduzione del 20% per le spese di "acquisto, manutenzione, noleggio e esercizio di autovetture, nonche' per l'acquisto di buoni taxi".

 

Dato che l'Emilia-Romagna nel 2009 ha speso 901.000 euro per il trasporto (623mila per il noleggio di vetture con conducente, 38mila per "auto a guida libera" e 240mila euro per il "servizio di auto con autista gestito direttamente dall'Amministrazione regionale"), la giunta Errani "ha ritenuto doveroso ridurre tale spesa per un ammontare del 20%- si legge nella delibera- per un importo di circa 180mila euro annui".

 

Inoltre, nella seduta dello scorso 28 giugno l'esecutivo ha anche approvato una norma che limita a 2.000 euro all'anno il rimborso forfetario per gli amministratori per l'acquisto di giornali e riviste. Nel 2009 sono costati ben 39mila euro. I duemila euro dovrebbero bastare "in modo indicativo alla spesa annua per 5 quotidiani" in abbonamento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -