Regione: in Commissione le iniziative per anniversari Costituzione e Leggi Razziali

Regione: in Commissione le iniziative per anniversari Costituzione e Leggi Razziali

BOLOGNA - La commissione "Turismo Cultura Scuola Formazione Lavoro Sport" ha espresso parere positivo - a favore Pd, Sd, Pdci, astenuti Fi-Pdl e An-Pdl - alla delibera di Giunta con il programma di spesa per le iniziative finalizzate all'organizzazione di manifestazioni culturali per celebrare il sessantesimo anniversario dell'entrata in vigore della Costituzione e per le commemorazioni del settantesimo anniversario della pubblicazione delle leggi razziali.


Il programma comporta una spesa complessiva di 200.000 euro, di cui 150.000 per convegni, incontri, mostre e iniziative pubbliche (in compartecipazione con altre istituzioni) e 50.000 per la realizzazione di materiali informativi e di documentazione.

 

Il programma contiene una dozzina di progetti, individuati dal tavolo di coordinamento composto da Prefettura di Bologna, Giunta regionale e Assemblea legislativa, Provincia e Comune di Bologna, Comune di Imola, Università di Bologna e Ufficio Scolastico Regionale. Alcune di queste iniziative sono già in corso e, in generale, si prevede la loro circuitazione sull'intero territorio regionale; fra le altre, spiccano la mostra "L'offesa della tazza. Razzismo e antisemitismo dell'Italia fascista", curata dall'IBACN, la mostra fotografica "Scatti di democrazia", quella intitolata "la Costituzione a fumetti", e due convegni ("Costituzione e Lavoro" e "Le parole della Costituzione"). Il sottosegretario alla presidenza Bertelli, che ha illustrato il programma, ha aggiunto che si sta lavorando per un appuntamento a Marzabotto con la presenza del presidente Napolitano.


Nel dibattito è intervenuto Gioenzo Renzi (An-Pdl), che ha criticato l'omissione di iniziative dedicate alle vittime delle foibe, in seguito alla pulizia etnica di cui sono state vittime migliaia di italiani; ha poi chiesto che si proceda rapidamente alla nomina del relatore del Progetto di Legge sugli eccidi perpetrati in questa regione al termine della Seconda guerra mondiale.


Da Massimo Mezzetti (Sd) è venuto il sostegno al programma di iniziative, e la richiesta di non confondere tragedie segnate da contesti diversi: le leggi razziali, approvate in tempo di pace, hanno avviato la sistematica persecuzione di un popolo inerme, e non si possono equiparare a vendette innescate da guerre e devastazioni. Pieno appoggio alla delibera è stato espresso anche da Miro Fiammenghi (Pd).


Marco Lombardi (Fi-Pdl) ha preannunciato l'astensione del suo Gruppo perché la costruzione di questo provvedimento, mosso da un condivisibile spirito di riappacificazione, non sembra avvenuta con il pieno coinvolgimento delle assemblee elettive, i luoghi dove sono rappresentati i diversi punti di vista.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


All'osservazione sul ritardo con cui questo programma diventa operativo, Bertelli ha risposto ricordando le difficoltà a comporre il tavolo di coordinamento (lo stesso che curò le iniziative per il sessantesimo della Repubblica), dovute alle elezioni politiche e alle nomine in sede di Prefettura e Ufficio Scolastico Regionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -