REGIONE - Intercent-ER replica: niente Mercedes tra gli acquisti

REGIONE - Intercent-ER replica: niente Mercedes tra gli acquisti

BOLOGNA - Non ci sono Mercedes di lusso ma pulmini e autocarri per la protezione civile e auto di piccole dimensioni nell'acquisto degli autoveicoli destinati alle pubbliche amministrazioni della regione realizzato da Intercent-ER (l'agenzia regionale per gli acquisti). In più grazie alla gara realizzata dalla regione le amministrazioni pubbliche regionali coinvolte hanno risparmiato del 13% rispetto ai prezzi medi di mercato. Oltre 2/3 dei veicoli sono destinati al noleggio e la convenzione con i fornitori non ha comportato alcuna spesa per la Regione.

Il parco autoveicoli definito nella gara Intercent-ER è costituito da 762 autoveicoli; di cui 571 sono destinati al noleggio a lungo termine e il rimanente all'acquisto. La formula del noleggio a lungo termine rappresenta attualmente la modalità di acquisizione più idonea per le esigenze delle pubbliche amministrazioni, in quanto permette non solo di poter esternalizzare ogni incombenza di gestione, ma anche di predeterminare con precisione i costi. Con il solo pagamento di un canone mensile prefissato è infatti possibile assicurarsi oltre alla disponibilità dei veicoli anche tutti i servizi indispensabili per l'utilizzo e la gestione ottimale del parco auto.
La Convenzione firmata da Intercent-ER con i Fornitori è un accordo quadro che offre la possibilità a tutte le Amministrazioni di acquistare o noleggiare le vetture necessarie per l'espletamento dei compiti istituzionali. La Convenzione non ha quindi comportato alcuna spesa a carico della Regione; al contrario tale iniziativa rientra all'interno del processo di contenimento dei costi delle pubbliche Amministrazioni del territorio regionale. Infatti grazie ai risultati conseguiti con la gara, le Amministrazioni -oltre 450 tra Comuni, Province, Aziende Sanitarie, ecc-che avranno la necessità di approvvigionarsi di autoveicoli otterranno un risparmio del 13% rispetto ai prezzi medi di mercato.


La maggior parte dei veicoli, sia in acquisto che in noleggio, fanno riferimento a veicoli utilitari, di piccola cilindrata e a basso costo (circa il 74%: Fiat Panda, Punto e Dolbò ), mentre il rimanente 25% fa riferimento ai veicoli commerciali (14%), veicoli operativi e fuoristrada (6%), berline medie (6%). Non sono pertanto previste all'interno della gara auto di lusso, di grande cilindrata. Per quanto riguarda l'aggiudicazione dei veicoli operativi Mercedes (pulmini e autocarri), e dei fuori strada Nissan e Land Rover, si precisa che non sono auto di rappresentanza, ma rispondono alle esigenze operative di alcuni settori quali i Servizi Territoriali di Bacini e la Protezione Civile, che necessitano di dotazioni e caratteristiche meccaniche peculiari (ad esempio il veicolo Mercedes Sprinter Telaio Doppio Cabina può essere allestito con gru per sollevamento manuale a bandiera ). Viceversa, per le autovetture destinate a normali usi, quali trasporti di cose e persone, sono stati privilegiati veicoli utilitari di piccola cilindrata, con dotazioni standard e bassi consumi.


Dal punto di vista del rispetto all'ambiente, l'Agenzia ha previsto che gli autoveicoli oggetto dell'iniziativa fossero rispondenti alle ultime direttive europee e nazionali in materia di inquinamento ambientale e potessero disporre delle più recenti soluzioni tecnologiche per la riduzione delle emissioni inquinanti.
Occorre infatti precisare che tutti gli autoveicoli sono rispondenti alla normativa ecologica Euro 4 e inoltre che tutti i veicoli di alimentazione diesel sono dotati (Alfa 159 Berlina e SW, Fiat Doblò , tutti i veicoli Mercedes) ovvero dotabili del Filtro Anti Particolato.


La tipologia di alimentazione richieste per un numero cospicuo di auto è bi fuel (bnenzina-metano); infatti sarà proposta alle Amministrazioni la possibilità di utilizzare oltre 100 autoveicoli a doppia alimentazione, con l'obiettivo di promuovere una politica dei parchi auto più rispettosa dell'ambiente. Oggi l'utilizzo delle macchine bi fuel nelle oltre 450 Amministrazioni è ancora estremamente esiguo.


Infine, in merito all'opportunità di inserire nella gara anche auto elettriche, si precisa che l'Agenzia espleta procedure di gara per beni fungibili e standardizzabili, fortemente presenti sul mercato e commercializzati da differenti fornitori (caratteristiche proprie di tutti i beni per cui viene attivata una Convenzione quadro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'assenza di tali connotati ha di fatto determinato l'impossibilità di inserire le auto elettriche che ad oggi sono caratterizzate da una diffusione e un mercato ancora limitati e quindi da costi elevati. Tuttavia è intenzione dell'Agenzia attivare iniziative volte all'approvvigionamento di veicoli elettrici, attraverso il Mercato Elettronico, strumento maggiormente idoneo, rispetto alla Convenzione quadro, per l'approvvigionamento di tali vetture.




Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -