REGIONE - Primi risultati dall’applicazione del decreto Bersani: il 52% delle imprese edili sono risultate non in regola

REGIONE - Primi risultati dall’applicazione del decreto Bersani: il 52% delle imprese edili sono risultate non in regola

BOLOGNA - Nei giorni scorsi la Direzione Regionale del lavoro ha comunicato, alle Organizzazioni Sindacali, i primi risultati degli interventi ispettivi predisposti a seguito della entrata in vigore delle nuove normative e disposizioni ministeriali in materia di lotta al lavoro nero e irregolare.


In tutta le regione Emilia Romagna sono stati ispezionati 276 cantieri nei quali erano occupati dipendenti di 597 imprese, sono risultate irregolari 311 (52%) imprese e 286 (48%) sono risultate regolari, complessivamente sono stati elevate contravvenzioni per 500.000 euro e 77 sanzioni penali.


Sono, inoltre, stati sospesi i lavori a 33 imprese perché avevano più del 20% di lavoratori irregolari, complessivamente questi ultimi erano 65 di cui 37 erano stranieri, non in regola con il permesso di soggiorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questa importante attività ispettiva ora deve essere supportata dalla elaborazione di una nuova iniziativa legislativa nazionale e regionale, più volte sollecitata, che introduca criteri più selettivi per chi intende svolgere l’attività imprenditoriale, l’Italia è l’unico paese al mondo dove esiste una media per addetto di 3 dipendenti per impresa, ma soprattutto vanno introdotte normative che penalizzino le imprese irregolari o quelle che utilizzano imprese irregolari in subappalto, dalla partecipazione a gare per l’esecuzione di lavori pubblici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -