Regione Romagna, Bartoletti a Balzani: "Senza indugi dica sì o no al referendum"

Regione Romagna, Bartoletti a Balzani: "Senza indugi dica sì o no al referendum"

Ho letto con sincera, umana preoccupazione la ringhiosa replica di Roberto Balzani - che ricordavo persona civile e portata alle buone maniere - ai garbatissimi interventi degli ultimi giorni sulla questione-Romagna. Saggio e documentato come sempre quello dell'onorevole Servadei (antico e nobile galantuomo socialista che Balzani assimila rozzamente a non si quale"destra"); più franco e ai confini dell'ironia il mio, ma certo non "scritto con la pancia" , caso mai col cuore e con la sincera convinzione di rappresentare l'opinione di molti cittadini che il Sindaco dimostra di disprezzare (come dimostra di disprezzare quei "predecessori" dai quali prende in maniera così ingrata le distanze)!

 

C'è una brutta notizia per i forlivesi (che fa il pari con quella che pensavo sinceramente bella dell'arrivo di un Sindaco "nuovo", apparentemente disposto al dialogo): il professor Balzani, per colpa della Romagna, ha ufficialmente perso la testa! Perché parlare di "solito dividendo politico alle elezioni" (quali?), di "balcanizzazione del Paese" (ohibò, non sapevo che - per esempio - la buona intuizione dello scorporo della Provincia di Rimini da quella di Forlì, fosse il primo passo verso un secondo Kosovo), di "apprendisti stregoni populisti", vuol dire essere a un passo dal delirio (spero metaforico).

 

Rifletta un attimo il Balzani: recuperi la sua un po' snobistica, ma apprezzata spiritualità. E faccia l'unica cosa che gli si chiede di fare: riunisca la sua Giunta di apprendisti assessori, si presenti al Consiglio Comunale e comunichi, senza altre arrampicate sugli specchi, la sua decisione di indire fra i forlivesi il referendum Romagna sì- Romagna no!

 

Tutto il resto - per non rifarsi a metafore più volgari, rese celebri proprio dalla ben riuscita caricatura di un amministratrore romagnolo - appartiene solo alla categoria delle chiacchiere. E a proposito di chiacchiere, già che c'è, Balzani lasci stare  l'Unità d'Italia, che in questo caso non c'entra proprio nulla! A meno che non la si voglia valutare anche per il variopinto e fertile tessuto regionale - spesso frutto di oneste forme di autodeterminazione - che ne ha fertilizzato la crescita!

 

Marino Bartoletti

Presidente di Viva Forlì

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Marino  Bartoletti
    Marino Bartoletti

    Non dovrei mai cedere alla tentazione di rispondere a vigliacchetti senza nome e, in questo caso, persino senza idee: ma quando la malafede supera la malinformazione, una piccola linea di verità bisogna tirarla. A �Kelevra�, fan �sfegatato� di Balzani che mi accusa di essermi �eclissato� potrei girare la domanda e chiedere dov�era lui mentre io battevo ogni record i presenza in Consiglio Comunale, nelle Commissioni e nelle conferenze di Capigruppo meritandomi, lo dicono i verbali, il rispetto soprattutto degli �avversari� Le battaglie e le iniziative intraprese sono sotto gli occhi di tutte le persone informate e in buona fede (per non parlare di interpellanze, interventi, convegni, eventi, ecc). Una su tutte: quella sull�ambiente e sulla pericolosità dell�inceneritore (�Kelevra� ovviamente non c�era, ma c�erano decine e decine di cittadini onesti e interessati alla memorabile Commissione da me voluta e promossa, nella quale si levò alta e storica la voce del professor Tomatis). Ripeto: non varrebbe la pena misurarsi con una persona stupidamente prevenuta: Forse vale la pena ricordarle che se Balzani, interessante e nuova figura politica della città, ha trovato la strada spianata verso la sua candidatura è proprio perché il mio arrivo �laico� nella melmosa scena politica cittadina ha destabilizzato cancerose realtà costituite e creato un solco che ha portato a novità inimmaginabili fino a pochi anni prima.In quanto alla �follia della Regione Romagna� non sta né a me , né all�arrogante �Kelevra� valutarla, se non per quello che possono valere i nostri due voti una volta indetto quel referendum a cui la democrazia (conosce questa parola?) dovrebbe spianare la strada. In questo sito (gestito da un editore-giornalista di sinistra, al quale va riconosciuta una straordinaria vocazione al dialogo e all�obiettività;) c�è un referendum che dice che due frequentatori su tre vogliono quello che �Kelevra� disprezza a priori. Ci rifletta e sia dia una calmata! Marino Bartoletti

  • Avatar anonimo di kelevra
    kelevra

    Bartoletti carissimo,io ancora mi domando quale sia il suo contributo al miglioramento della città. Battuto in maniera sonora alle elezioni 2004,eclissatosi durante il mandato Masini,non ricordo una e dico una iniziativa di una qualche rilevanza. Ora,capisco che sposare ogni causa persa e soprattutto folle come quella della regione Romagna dia visibilità in questo periodo,ma torni a lidi che più le si addicono,come il calcio o il ciclismo. Non lo dico come fan sfegatato di Balzani,ma quando si fa di tutto per rimanere a galla e in primo piano,anche quando non si hanno argomenti propri,si rasenta il patetico.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -