Regione Romagna? Il sindaco Pd "apre le danze"

Regione Romagna? Il sindaco Pd "apre le danze"

Regione Romagna? Il sindaco Pd "apre le danze"

SAN MAURO PASCOLI - E' il primo sindaco del Pd ad aprire ad un'ipotesi di regione autonoma romagnola: Gianfranco Miro Gori, sindaco di San Mauro Pascoli, nel Cesenate, per questo si prende l'apprezzamento della Lega Nord locale. "E' vero ho fatto quest'apertura, che però non va forzata", spiega Gori. "Ritengo che ci sia un'identità romagnola che è ben precisa, e questo è incontrovertibile, forse ancora di più che un'identità emiliana".


"Questo, però, non significa automaticamente passare ad un'entità amministrativa", dice il primo cittadino del paese natale di Giovanni Pascoli. E riprende: "Quel che dico è che quella dell'autonomia regionale non può essere liquidata come una stupidaggine della Lega Nord, e che è necessario aprire un dibattito che non c'è mai stato nel Pd". Il Pd ha sempre preferito parlare di ‘sistema Romagna' all'interno della grande regione Emilia-Romagna (l'area vasta in sanità è un esempio concreto di applicazione del concetto.

 

Gori riconosce, però, che "è un dato di fatto che non c'è proporzione equa nella distribuzione di opere e risorse tra Emilia e Romagna". Sulla possibilità di un'autonomia amministrativa, tuttavia, per il sindaco di San Mauro "devono parlare i tecnici e capire se è conveniente dal punto di vista dei costi". Il tema dell'autonomia regionale della Romagna è molto forte da almeno una decina d'anni, animato dal Mar, il ‘Movimento per l'autonomia della Romagna', storicamente guidato dall'ex deputato socialista Stefano Servadei.

 

 A Gori va il plauso del segretario Provinciale della Lega Nord Jacopo Morrone, che spiega: "Il sindaco Miro Gori è stato lungimirante politicamente e mi complimento, noi come Lega non possiamo che essere ben felici di queste sue affermazioni, mi auguro allo stesso tempo che non sia il solo sindaco di sinistra a prendere tale posizione, ma che sia seguito da tutti gli altri suoi colleghi, perché il progetto di Regione Romagna è una richiesta dei romagnoli e a giovarne in primis ne sarebbe tutta la Romagna e in particolare la sua economia".

 

E  ancora afferma il segretario del Carroccio: "Il processo per far si che si crei la Regione Romagna, sarà un processo lungo e tortuoso, non sarà facile spiegare ai poteri forti della sinistra che si devono staccare dall'Emilia". Infine conclude Morrone: "La Lega Nord è al momento l'unico movimento politico coerente con ciò che sostiene e che  ha già da 20 anni diviso le due segreterie Romagna ed Emilia".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -