REGIONE - Sì a rendiconto 2007 e variazione 2008 dell'Assemblea legislativa

REGIONE - Sì a rendiconto 2007 e variazione 2008 dell'Assemblea legislativa

BOLOGNA - L'Aula ha approvato all'unanimità (astenuto Gioenzo Renzi, an-pdl) il rendiconto 2007 dell'Assemblea legislativa e la variazione del bilancio di previsione 2008 (astenuti Gioenzo Renzi e udc). L'esercizio 2007 si è chiuso con un avanzo di amministrazione pari a 6 milioni e 5.633,03 euro; tale importo comprende il presunto avanzo di amministrazione del 2007, stimato in sede di stesura del bilancio preventivo 2008 in 2 milioni e 370.500 euro, e il maggiore avanzo di amministrazione, registrato a chiusura del consuntivo 2007, di 3 milioni e 635.133,03 euro.


L'importo totale dell'avanzo di amministrazione si è determinato grazie alle economie di spesa realizzate nel 2007, la principale delle quali riguarda l'attività degli organi assembleari, voce che registra un'economia di 2 milioni e 333.926,980 euro. Il consigliere Renzi ha giudicato non positivo un avanzo di amministrazione così alto, anche perché - ha puntualizzato - non è la prima volta che accade; ciò significa che il preventivo aveva capitoli di spesa sovrastimati negli importi rispetto alle necessità, ed era quindi poco realistico. Per questa ragione ha preannunciato la sua astensione.


Gianluca Rivi (pd), segretario-questore dell'UP, ha precisato che il consistente avanzo di amministrazione è dovuto in larga parte al mancato utilizzo da parte dei gruppi assembleari dei fondi messi a loro disposizione (circa 1 milione e 200.000 euro); tali fondi, ha precisato, non vanno persi, ma possono essere trasferiti da un anno all'altro fino alla fine della legislatura. Altri 400.000 euro preventivati, ha aggiunto Rivi, sono stati risparmiati poiché, per scelta del Governo e dell'UP, che hanno congelato gli aumenti, non si è dato corso all'adeguamento ISTAT delle indennità di funzione dei consiglieri, dei vitalizi e dei compensi dei componenti il Co.Re.Com. Altri 200.000 euro sono poi stati risparmiati perché, al contrario di quanto previsto, non sono entrati in vigore alcuni Enti ed organismi (come la Consulta di Garanzia statutaria); 600.000 euro, poi, erano stati stanziati per potenziare il personale dell'Assemblea, in particolare delle commissioni, e presto, banditi i concorsi, saranno utilizzati. Rivi ha comunque convenuto con Renzi sull'opportunità, nel momento della definizione del preventivo 2009, di riflettere sulle reali esigenze finanziarie dell'Assemblea, in modo da poter chiedere meno contributi alla Giunta. Il consigliere ha comunque tenuto a precisare che l'Assemblea dell'Emilia-Romagna, grazie ad una gestione attenta della spesa, è quella che in Italia costa meno.


Ugo Mazza (sd) ha espresso la sua soddisfazione per la scelta di potenziare il numero e le competenze dei collaboratori delle commissioni. Il consigliere ha poi sollecitato l'Up ad un confronto con i commissari per definire le figure professionali da acquisire e ad attuare il progetto informativo, un giornale dell'Assemblea da distribuire nelle edicole, già approvato. Dopo il voto sul rendiconto, si è votata la variazione del bilancio preventivo 2008. Questa provvede ad allocare il maggior avanzo di amministrazione accertato al 31 dicembre 2007 (3 milioni e 635.153,03 euro) nelle spese di bilancio dell'esercizio in corso, destinando tale importo al funzionamento dell'Assemblea legislativa.


Gioenzo Renzi ha dichiarato la propria astensione anche su questo provvedimento perché, ha detto, si incrementano gli stanziamenti che erano stati precedentemente tagliati (ad es. i fondi per le attività del Co.Re.Com e della comunicazione). Questo modo di procedere è "furbesco" - ha precisato -, ed è poco rispettoso del grande disagio economico che molte famiglie attualmente vivono.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -