REGIONE – Via libera al piano di sviluppo rurale

REGIONE – Via libera al piano di sviluppo rurale

REGIONE - La commissione "Politiche economiche", presieduta da Damiano Zoffoli, ha approvato a maggioranza (astenuti fi e an) il Programma regionale di sviluppo rurale dell'Emilia-Romagna. Nella seduta odierna sono stati approvati 14 emendamenti presentati dalla Giunta e uno del consigliere Miro Fiamminghi (ds); respinti, invece, due emendamenti a firma Gianni Varani e Luigi Francesconi

(fi).
La commissione ha poi esaminato la proposta di legge, d'iniziativa della Giunta, che disciplina l'esercizio delle deroghe previste dalla Direttiva 79/409/CEE.


Il provvedimento, composto di sei articoli, definisce, nella sostanza, le procedure da adottare per consentire, a determinate condizioni, di derogare al divieto di esercizio venatorio nei confronti di specie particolarmente dannose per le colture. Ogni singola Provincia potrà fare richiesta di deroga, ma questa dovrà contenere: l'indicazione delle specie da prelevare; la motivazione documentata (danni alle colture agricole) per la quale si ritiene necessaria l'applicazione del prelievo; l'importo dei danni causati, la loro localizzazione e il periodo di concentrazione dei medesimi e l'esito della messa in opera di sistemi preventivi di dissuasione o di controllo. Compito della Giunta regionale, quello di autorizzare, su richiesta delle Province e previo parere dell'Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica, i prelievi che avranno una durata annuale.

Per chiarimenti è intervenuto Gioenzo Renzi (an).


La commissione ha poi nominato Gian Carlo Muzzarelli (ds) relatore della proposta di legge.
La commissione, infine, ha dato parere favorevole (contrari fi e an) alla delibera che definisce le modalità di funzionamento della Consulta della Cooperazione istituita ai sensi dell'art. 3 della l.r. 6/2006 (legge sulla cooperazione). Il provvedimento, in particolare, definisce: l'organizzazione e il funzionamento della Consulta (è prevista l'istituzione di una segreteria composta da personale regionale); le modalità di convocazione della Consulta e la disciplina delle sedute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'illustrazione della delibera ha spinto Gioenzo Renzi (an) ad esprimere la sua contrarietà alla legge regionale sulla cooperazione. Per l'esponente di an "la legge premia, nella sostanza, le grandi associazioni cooperative a scapito di altre realtà più piccole".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -