Regioni, Errani: "Andremo da Berlusconi con spirito costruttivo"

Regioni, Errani: "Andremo da Berlusconi con spirito costruttivo"

"Andremo al confronto con il Presidente del Consiglio con spirito costruttivo e illustreremo le nostre buone ragioni, nella convinzione che non potranno che essere comprese in quanto oggettive e che quindi possa essere possibile una necessaria sintesi nella distribuzione dei pesi e dei tagli previsti". Lo ha dichiarato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani.

 

"Sono convinto che questo è l'atteggiamento necessario anche in relazione al contributo che i diversi livelli istituzionali hanno dato alla crescita del debito pubblico, laddove - come è riscontrabile dai dati forniti dallo stesso Ministero dell'Economia e dalla Banca d'Italia - per le Regioni si registra dal 2007 al 2009 un -6,21%, mentre l'incremento delle Amministrazioni centrali per lo stesso periodo è +10,87%".

 

"Anche analizzando la spesa per consumi intermedi - ha proseguito Errani - si evidenzia che i tagli per le Regioni sono stati effettivi e non altrettanto è accaduto per quelli realizzati a carico dello Stato, come sottolineato dalla Corte dei Conti. I dati Istat relativi alla dinamica dei consumi intermedi per il biennio 2008-2009 rispetto al 2007 mostrano una crescita nel conto economico dello Stato del 24,07%, delle Amministrazioni centrali del 20,5%, degli Enti sanitari del 13,99%, e infine in quello delle Regioni del 6,65%. Anche su queste basi - ha concluso Errani - con l'analisi complessiva dei dati contiamo di costruire un confronto e un percorso che possano permettere una revisione dell'attuale assetto della Manovra."

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -