Residenze turistiche vendute come alloggi privati, Guerra (Verdi) interroga la Regione

Residenze turistiche vendute come alloggi privati, Guerra (Verdi) interroga la Regione

Daniela Guerra, capogruppo dei verdi, ha rivolto un'interrogazione alla Giunta regionale sul caso del residence costruito sui terreni del Golf Club Matilde di Canossa di Reggio Emilia che, secondo quanto apparso sulla stampa locale, sarebbe oggetto di indagine da parte del Comando provinciale della Guardia di Finanza per fare luce sulla sua costruzione e sul suo presunto cambio di destinazione d'uso da struttura alberghiera ad edificio residenziale.

 

"Secondo  gli organi di stampa - riferisce la consigliera - una parte degli appartamenti che compongono il residence sarebbero stati frazionati con modalità atte a garantire il funzionamento autonomo e venduti a singoli privati. E almeno uno di questi privati avrebbe già preso residenza nell'appartamento acquistato". Tuttavia, continua Daniela Guerra, la convenzione a suo tempo stipulata tra il comune e il privato che aveva attuato il residence precisa che "le unità immobiliari non saranno utilizzabili separatamente rispetto al complesso di beni e servizi che esprimono l'attività ricettiva". Ai sensi della legge regionale 16/2004 - sottolinea poi la  Guerra - è vietata la vendita di porzioni di immobili nelle residenze turistico alberghiere".

 

L'esponente dei verdi chiede quindi alla Giunta regionale un giudizio su quanto esposto, ricordando in proposito che una sua precedente interrogazione, presentata nell'ottobre 2003, segnalava "il caso che già allora appariva essere la costruzione di edilizia residenziale in un luogo in cui le norme tecniche di attuazione del PGR non lo prevedevano, utilizzando il ‘grimaldello' della residenza turistico alberghiera".

 

Guerra vuole anche sapere se la Regione non ritenga opportuno esercitare la funzione di controllo prevista dalla legge regionale (art.3 L.r. 16/2004) realizzando un'indagine sulle residenze turistico-alberghiere costruite in questi anni in Emilia-Romagna. Secondo la consigliera dei verdi "in diversi comuni emiliano-romagnoli, ad esempio a Comacchio, (come già segnalato in un'altra interrogazione a sua firma) si è usi costruire residenze turistico alberghiere in aree a destinazione d'uso per strutture ricettive, per poi rivendere gli appartamenti che le compongono, dopo alcuni anni, come residenze private".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -