Riccione, al premio "Ilaria Alpi" si parla di Tangentopoli

Riccione, al premio "Ilaria Alpi" si parla di Tangentopoli

RICCIONE - Al Premio Giornalistico Televisivo Ilaria Alpi, in corso a Riccione fino a sabato 19, venerdì 18 giugno è di scena il dibattito sulla giustizia, alle 21 al Palacongressi riccionese: in collaborazione con Libera Informazione "INFORMAZIONE E GIUSTIZIA, DA TANGENTOPOLI AI GIORNI NOSTRI". Partecipano Piercamillo Davigo (magistrato, giudice alla Corte Suprema di Cassazione e già membro del pool Mani Pulite), Antonio di Pietro (Presidente Italia dei Valori), Antonio Ingroia (Procuratore aggiunto della Procura Distrettuale Antimafia di Palermo), Sergio Rizzo (giornalista del Corriere della Sera). Modera il dibattito David Parenzo (giornalista e conduttore televisivo).

 

Un dibattito che si preannuncia già caldo, sul rapporto intricato che lega giustizia, politica e informazione. A 17 anni dall'inizio di Tangentopoli, sembra che i legami e le contiguità fra legalità, illegalità e politica continuino ad essere all'ordine del giorno.

 

Alle 10.30 al Palazzo del Turismo proiezione del nuovo film documentario "C.A.R.A. Italia" di Dagmawi Yimer, realizzato con la partecipazione dei giovani somali che hanno ricevuto la borsa di studio premio Ilaria Alpi - Regione Emilia Romagna 2009. In occasione dell'edizione 2010 l'Assemblea Legislativa, la Giunta della Regione e l'associazione Ilaria Alpi ripropongono la borsa di studio intitolata alla giornalista del TG3 con l'obiettivo di realizzare percorsi formativi nel campo della comunicazione interculturale. Destinatari 3 giovani di età non superiore a 35 anni di cui due immigrati in Italia da almeno un anno e un italiano.

 

Alle 16, ancora al Palazzo del Turismo, il dibattito su "Rosarno arance insanguinate", presentazione del dossier di Stopndrangheta e da Sud sui fatti di Rosarno e la rivolta dei migranti dello scorso gennaio. Il fallimento di un sistema e la necessità di ripartire, dopo una vicenda emblematica di un razzismo violento. Partecipano Franco Ciappelli, coordinatore responsabilità sociale Coop Italia, Mario Portanova, giornalista, Danilo Chirico, associazione Dasud e Vito Foderà, giornalista.

Alle ore 17.30 a Villa Mussolini  il dibattito su "Reporter fra le macerie. Raccontare la tragedia", in collaborazione con Medici senza Frontiere Italia; partecipano Luciano Scalettari (giornalista di Famiglia Cristiana), Mimmo Càndito (inviato de La Stampa), Sergio Cecchini (direttore comunicazione Medici senza Frontiere).

 

Proseguono GLI APERITIVÙ di Andrea Vianello.

Il noto conduttore di "Mi Manda Rai Tre" (che dall'autunno condurrà una striscia quotidiana ogni mattina sempre sulla terza rete), fino a sabato 19 giugno animerà il tardo pomeriggio di Riccione con aperitivi all'ora del tramonto a due passi dal mare, ogni sera alle ore 19 a Villa Mussolini, per chiacchierare di giornalismo. Oggi si parlerà del tema "Risposte o monologhi? fare le domande ai politici"; partecipano Bruno Luverà (inviato TG1), Sandro Ruotolo (coautore di Annozero, Raidue), Lella Mazzoli (docente di Sociologia della Comunicazione e direttore del Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell'Università di Urbino), Giorgio Giorgi (ufficio stampa IDV).

Gli Aperitivù sono offerti da Vodafone.

 

A chiudere la giornata (ore 23 Villa Mussolini) "Tolleranza Zoro", il commento della buonanotte a cura di Diego Bianchi che dal salotto di "Parla con me" di Serena Dandini è al Premio Ilaria Alpi per analizzare i fatti della giornata.

 

Il programma su www.premioilariaalpi.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -